CPU a basso consumo anche da AMD

AMD ha in cantiere la realizzazione di un processore x86 dedicato a dispositivi a basso consumo, come MID e UMPC, con l’intenzione di fare concorrenza al Nano di VIA e all’Atom di Intel.Non è stato specificato il nome in codice della nuova CPU, ma probabilmente si tratta del core Bobcat, un componente di Falcon, futura

AMD ha in cantiere la realizzazione di un processore x86 dedicato a dispositivi a basso consumo, come MID e UMPC, con l’intenzione di fare concorrenza al Nano di VIA e all’Atom di Intel.

Non è stato specificato il nome in codice della nuova CPU, ma probabilmente si tratta del core Bobcat, un componente di Falcon, futura implementazione del progetto Fusion, in cui CPU e GPU saranno integrate in un unico package. L’altra implementazione sarà Swift che, invece, si baserà sull’attuale architettura K10.

Il nuovo processore è costituito da un core AMD64 funzionante a 1 GHz di frequenza, con 128 KB di cache L1 (64 KB per i dati e 64 KB per le istruzioni), 256 KB di cache L2, controller di memoria integrato con supporto DDR2-400 e link HyperTransport a 800 MHz. Tutto ciò è racchiuso in un package BGA a 812 pin con dimensioni pari a 27×27 mm. Il consumo totale (CPU + Northbridge/Memory controller) previsto è pari a circa 8 W.

A titolo di confronto, ricordiamo che l’Intel Atom misura 13×14 mm e consuma un massimo di 4 W (nella versione Diamondville a 1,6 Ghz), ma non integra un controller di memoria. Il Nano di VIA, invece, misura 21×21 mm e ha un TDP di circa 25 W (nella versione L2100), ma con una cache L2 di 1 MB e una frequenza di 1,8 GHz.

Anche se non si può indicare una distinzione netta tra i diversi target di mercato, il concorrente diretto di Bobcat sembra essere Nano, per il settore dei netbook e UMPC. Il processore di Intel può essere inserito anche in dispositivi più piccoli, come palmari e smartphone.

Vedremo sul campo le differenze prestazionali tra i diversi chip (anche in rapporto al prezzo dei dispositivi), senza dimenticare il quarto e forse più “pericoloso” concorrente: il Tegra di nVidia.

Ti potrebbe interessare
Sempre più probabile lo streaming made in Cupertino
Apple

Sempre più probabile lo streaming made in Cupertino

Negli ultimi tempi, a far discutere su Apple non è solamente il tanto atteso tablet. L’acquisizione di Lala.com, infatti, ha generato una spirale interminabile di rumor che mirano a risolvere un unico quesito: “Apple inaugurerà un proprio servizio di streaming?”Questa ipotesi è stata confermata, poche ore fa, da CNet: Cupertino avrebbe contattato le quattro principali

USA: «Impreparati ad una guerra informatica»
Software e App

USA: «Impreparati ad una guerra informatica»

Il governo statunitense ha svolto una approfondita esercitazione contro gli attacchi informatici e ha scoperto di essere ad anni luce dalla possibilità di fare fronte ad un simile tipo di battaglia. A mancare sono capacità direttive e di pianificazione

Terzo trimestre: gli investimenti calano del 7%

Terzo trimestre: gli investimenti calano del 7%

L’apporto di capitale di rischio da parte degli investitori ha subito una flessione del 7% negli ultimi tre mesi.La notizia è di sabato ed è il risultato di MoneyTree, una ricerca promossa dalla PricewaterhouseCoopers e dalla National Venture Capital Association.All’interno di quel 7 percento spicca un dato particolarmente interessante: gli investimenti nelle compagnie Internet sono