QR code per la pagina originale

L’Antitrust blocca la riscossione coattiva dei crediti per l’operatore H3G

,

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha disposto che H3G sospenda la riscossione coattiva dei crediti relativi al traffico Internet contestato dagli utenti.

La sospensione riguarderebbe i consumi fatturati nel periodo che va dal 21 Settembre 2007 al 31 Maggio 2008.

Il caso era scoppiato in seguito alle numerose denunce degli utenti che si erano visti recapitare bollette telefoniche con somme altissime, alcune anche di 10.000 euro.

Molti utenti che avevano sottoscritto il piano tariffario Tre.Dati Abbonamento con l’ADSM Modem USB, hanno ricevuto conti salatissimi perché sono andati oltre la soglia dei 5 GB/mese, previsti dal contratto, è dal fatto che il traffico dati in roaming GPRS non era compreso nell’abbonamento.

Adesso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato vuole appurare se l’operatore mobile H3G abbia messo in atto pratiche commerciali scorrette relativamente ai piani tariffari per la navigazione.

Molti i punti da accertare:

  • se il consumatore sia stato adeguatamente informato sulle condizioni contrattuali;
  • se l’operatore abbia garantito la possibilità al consumatore di monitorare il superamento di quella soglia;
  • se ci sia stata una corretta informazione circa le zone non coperte dalla rete di H3G.

Dal canto suo H3G ha risposto tramite un comunicato stampa: “H3g Italia comunica, in attesa di un provvedimento definitivo, di aver già dato attuazione alla sospensione della riscossione coattiva dei crediti relativi al traffico Internet contestato dai propri utenti nel periodo indicato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e di averlo già comunicato all’Autorità stessa. Si tratta, peraltro, di poche centinaia di casi. H3g Italia ribadisce la correttezza del proprio operato anche per quello che riguarda la strutturazione dell’offerta, che con la sua soglia di 5GB/mese (pari a 5 volte il consumo medio registrato tra i clienti di 3, ovvero oltre 1.200 file MP3, oppure 5 milioni di messaggi chat o 350mila email, oppure 50 mila pagine Web.) è tra le più competitive oggi presenti su un mercato in espansione come quello della banda larga mobile. H3g Italia ha avviato campagne di educazione al fine di aumentare la consapevolezza del cliente sui costi derivanti dalla navigazione extra soglia e in roaming GPRS, costi che peraltro dal 5 Maggio scorso sono stati ridotti rispettivamente a 20 eurocent a Megabyte e 60 eurocent a Megabyte”.