QR code per la pagina originale

Raggiunto un accordo tra Nokia e Qualcomm

Nokia e Qualcomm hanno raggiunto un accordo amichevole in grado di sedare l'annosa disputa per i brevetti che aveva oramai da tempo coinvolto le due società. Nokia acquisterà da Qualcomm la licenza per usufruire dei suoi brevetti per 15 anni

,

La disputa tra Nokia e il famoso produttore di chip per cellulari Qualcomm sembra essere giunta finalmente al suo termine dopo una lunga guerra combattuta nel nome dei brevetti. Grazie ad un accordo amichevole, il produttore finlandese verserà una certa somma al fine di poter usufruire per un periodo di 15 anni delle tecnologie sviluppate da Qualcomm e finalizzate ad ottimizzare la durata delle batterie dei telefoni cellulari e a ridurne le dimensioni.

«Crediamo che questo accordo sia positivo per l’industria, permettendo al mercato di beneficiare dell’innovazione e delle nuove tecnologie», ha dichiarato il CEO di Nokia Olli-Pekka Kallasvuo. Nokia inoltre ritirerà la causa antitrust nei confronti di Qualcomm presentata presso la Commissione Europea, permettendo così all’azienda statunitense di utilizzare le sue tecnologie nei propri chipset, incluso lo sfruttamento dei brevetti relativi alla tecnologia WCDMA, GSM e OFDMA. «Sono contento che siamo giunti a questo importante accordo», ha dichiarato Paul Jacobs, CEO di Qualcomm, «i termini del nuovo accordo sulle licenze, incluso quello finanziario e altri valori offerti a Qualcomm, riflettono la nostra forte proprietà intellettuale nei confronti di molte tecnologie attuali e di futura generazione».

Nonostante i termini finanziari dell’accordo non siano stati ancora rilasciati, l’analista Mark McKechnie ha stimato in 400 milioni di dollari la cifra che Nokia dovrà versare a Qualcomm per il pagamento delle royalty, considerando il pagamento di un 2% su di un totale di 100 milioni di telefoni dotati della tecnologia in questione.