QR code per la pagina originale

Symbian e Android, una fusione a breve?

Secondo le opinioni dell'analista Jack Gold, Symbian e Android sarebbero destinati nel breve termine a fondersi in un solo ambiente open source. La creazione di una piattaforma unica gioverebbe a tutte le parti in causa

,

Secondo le opinioni dell’analista Jack Gold della omonima J.Gold Associates, Symbian e Android sarebbero destinati a fondersi in un unico sistema operativo open source indirizzato ai dispositivi mobili, il tutto entro un periodo stimato tra i tre e i sei mesi. Il mercato mobile necessiterebbe infatti di una maggiore convergenza, di una semplificazione a livello di piattaforme disponibili, al fine di rendere più semplice la creazione di applicativi ad esse dedicati.

«Ci aspettiamo che entro i prossimi 3-6 mesi, Symbian e Android si fonderanno per creare un unico sistema operativo open source», ha dichiarato Gold. «Il mercato mobile ha bisogno di un certo livello di consolidazione delle piattaforme per compiere un passo in avanti, poiché gli sviluppatori attualmente hanno difficoltà a rendere le loro applicazioni disponibili per così tante piattaforme divergenti». Tali considerazioni non sarebbero basate sulle solite voci non ufficiali, ma su di una attenta analisi del mercato: da un lato i ritardi che hanno coinvolto il rilascio di Android da parte di Google, in particolare lo sviluppo della versione definitiva dell’SDK destinato agli sviluppatori, e dall’altro l’annuncio da parte di Nokia di voler rilasciare Symbian come sistema operativo aperto entro il 2010.

La competizione nel mercato dei sistemi operativi per dispositivi mobili non sarebbe quindi la soluzione migliore e i diversi vendor dovrebbero infatti concentrarsi maggiormente nell’offrire una migliore esperienza utente e un maggior numero di servizi. La maggior parte delle società che operano nel settore mobile sono attualmente sponsor sia della Symbian Foundation che della Open Handset Alliance capitanata da Google; la presenza di un OS unificato permetterebbe di concentrare gli sforzi nel creare nuove fonti di guadagno attraverso la vendita di giochi, musica, video e servizi premium, anziché consumare inutilmente le energie nello sviluppo di prodotti indirizzati a due diversi sistemi.

In conclusione, secondo Gold, la fusione dei due sistemi apporterebbe numerosi benefici all’industria, a Google e alla piattaforma Symbian, «sarebbe inoltre un grosso stimolo alla crescita della disponibilità di applicazioni e servizi. Gli svantaggi sarebbero minimi. Tutti vincerebbero». Al momento Symbian Software ha preferito non commentare ciò che definisce solamente speculazioni di mercato e neppure la Open Handset Alliance (OHA) si è resa disponibile per ulteriori commenti.