VisiCalc, la “killer application” per Apple II

L’apple II, come gli altri personal computer dell’epoca, era considerato un giocattolo per hobbisti e in pochi pensavano che potesse essere utilizzato per far girare applicazioni “serie” in ambito business.Nuovi orizzonti si aprirono il 12 Maggio 1979, quando al West Coast Computer Faire di San Francisco fu presentato Visicalc, il primo foglio elettronico della storia.Visical

L’apple II, come gli altri personal computer dell’epoca, era considerato un giocattolo per hobbisti e in pochi pensavano che potesse essere utilizzato per far girare applicazioni “serie” in ambito business.

Nuovi orizzonti si aprirono il 12 Maggio 1979, quando al West Coast Computer Faire di San Francisco fu presentato Visicalc, il primo foglio elettronico della storia.

Visical (che sta per “Visual Calculator”) fu concepito dal giovane Dan Bricklin mentre osservava un suo professore alla Harvard Business School che stava scrivendo alla lavagna un modello finanziario: ogni volta che veniva cambiato un parametro, il professore era costretto ad una noiosa cancellazione e riscrittura dei risultati che ne scaturivano. Bricklin intuì che quella serie di operazioni potevano essere svolte in modo conveniente con l’uso di un PC.

Lo sviluppo del foglio di calcolo elettronico iniziò nell’estate del 78 su un Apple II con l’aiuto di Bob Frankston che aveva una buona esperienza nella programmazione della CPU MOS Technology 6502.

Nelle prime sperimentazioni si era addirittura pensato di usare il joystick, al posto della frecce della tastiera, per muoversi nella matrice a schermo, ma questa scelta non si rivelò usabile e fu scartata.

Dan Bricklin e Bob Frankston fondarono la Software Arts e distribuirono il loro programma attraverso la Personal Software, in seguito rinominata VisiCorp.

VisiCalc fu la “killer application” che fece scattare il mercato del software per i personal computer; ne furono vendute in totale più di 700.000 copie.

Dopo la versione originale per Apple II, VisiCalc fu convertito per gli Atari 8-bit, il Commodore PET, il TRS-80 e il PC IBM.

Per Bricklin, però, fu impossibile brevettare la sua idea di “foglio di calcolo elettronico”, secondo la legge americana non si poteva brevettare un software, al massimo si potevano avere i diritti sul copyright vietandone la copia.

In breve tempo aziende concorrenti e con maggiori mezzi finanziari iniziarono a sfornare cloni di VisiCalc, come SuperCalc (1980), Microsoft MultiPlan (1982) e Lotus 1-2-3 (1983), sfruttandone l’idea originale e inserendo tutte le migliorie che gli utenti man mano suggerivano.

La Software Arts fu acquisita da Lotus nel 1985.

Ti potrebbe interessare
Apple firma con AUO per i display dell’iPad 2
Apple

Apple firma con AUO per i display dell’iPad 2

Che Apple si trovi in una situazione di parziale emergenza per quanto riguarda la fornitura di componenti non è una novità. Se ne è parlato nei giorni scorsi, citando come l’azienda di Cupertino abbia accettato di far fronte a spese extra per scongiurare un rallentamento delle linee produttive dei suoi dispositivi, in particolare iPad e

Nove bollettini di sicurezza nel prossimo Patch Tuesday di Microsoft
Microsoft

Nove bollettini di sicurezza nel prossimo Patch Tuesday di Microsoft

Il 14 settembre sarà il giorno del prossimo Patch Tuesday, in occasione del quale Microsoft pubblicherà nove bollettini di sicurezza per risolvere 13 vulnerabilità.Tra le vulnerabilità, ben quattro sono classificate come “critiche” e cinque “importanti“, e almeno quattro delle nove patch pubblicate renderanno necessario un riavvio del PC.

Modificare un’immagine con più applicazioni su iPhone
Apple

Modificare un’immagine con più applicazioni su iPhone

Sono numerose le applicazioni disponibili sull’App Store in grado di apportare modifiche alle immagini salvate nella memoria di iPhone e iPod touch.Nonostante molte di loro offrano una buona varietà di strumenti, per ottenere un effetto convincente e suggestivo da applicare può essere necessario ricorrere all’impiego di più software, come mostrato nel breve tutorial realizzato da

SMARTReporter: prevenire la perdita dei dati su Mac
Apple

SMARTReporter: prevenire la perdita dei dati su Mac

SMARTReporter, è un’applicazione in grado di avvisare in caso di imminente rottura dell’hard disk.La tecnologia S.M.A.R.T. (Self-Monitoring, Analysis, and Reporting Technology), consente di effettuare un monitoraggio dei dischi rigidi, rilevando così dei fattori di affidabilità, in modo da rilevare possibili imminenti malfunzionamenti e prevenire un’eventuale perdita di dati.SMARTReporter controlla periodicamente lo stato S.M.A.R.T. del disco

Un Logo per l’iPod
Apple

Un Logo per l’iPod

Per chi vuole personalizzare l’iPod recentemente è nato un nuovo servizio. Anche Apple offre un servizio di incisione per gli iPod ma è limitato a brevi frasi o parole.L’incisione con Sign your mac viene effettuata su tutti gli iPod in alluminio, sul MacBook Pro e sul retro degli altri iPod. Escluso lo Shuffle di 1