QR code per la pagina originale

isoHunt cita la Canadian Recording Industry Association

,

La CRIA, acronimo di Canadian Recording Industry Association, che numerose volte ha contribuito alla chiusura di tanti siti torrent, basti ricordare Demonoid e QuebecTorrent, è stata citata dal famoso motore di ricerca di file torrent isoHunt.

A partire dal Maggio del 2008, il sito aveva ricevuto dalla stessa CRIA, centinaia di lettere e di intimazioni di pagamento per una pseudo-violazione dei diritti d’autore dei file che attraverso il sito si possono cercare.

Gary Fung, amministratore del sito in questione, aveva così deciso inizialmente di instaurare con la CRIA un rapporto di bilaterale collaborazione, volta alla rimozione, su indicazione della Canadian Recording, dei file torrent tutelati da copyright.

La CRIA purtroppo ha ignorato la disponibilità di isoHunt continuando a inviargli lettere richiedenti dei risarcimenti e minacciando azioni legali. A tal punto Fung, unitamente ad altri due siti torrent, Torrentbox e Podtropolis, ha deciso di sentire il parere della Corte della British Columbia per verificare se i siti consociati violassero o meno il diritto d’autore.

I tracker torrent ribadiscono che i loro siti sono dei meri motori di ricerca, alla pari di Google, trattandosi di portali che consentono la distribuzione e la condivisione di file in Rete. Successivamente e autonomamente, i singoli utenti scambiano frammenti di tali file (che ogni internauta può trovare anche utilizzando altri motori di ricerca come Google oppure YouTube) reperendoli in Rete. Cosa cambia tra isoHunt e Google?