ATI FirePro V8700 e V3750, due nuove schede per professionisti

È recente il comunicato di ATI secondo il quale il produttore ha annunciato la disponibilità di due nuove schede video, progettate in particolare per un’utenza “Professional”: si tratta dei modelli FirePro V8700 e V3750.Le due nuove nate si basano rispettivamente sulla GPU RV770 e RV730 e sostanzialmente seguono il rilascio delle precedenti FirePro V5700 e

È recente il comunicato di ATI secondo il quale il produttore ha annunciato la disponibilità di due nuove schede video, progettate in particolare per un’utenza “Professional”: si tratta dei modelli FirePro V8700 e V3750.

Le due nuove nate si basano rispettivamente sulla GPU RV770 e RV730 e sostanzialmente seguono il rilascio delle precedenti FirePro V5700 e V5300.

Dando uno sguardo più nel dettaglio, entrambe le schede sono state realizzate seguendo un processo produttivo da 55 nanometri. La V8700, dotata di 800 Stream Processor, è equipaggiata con ben 1GB di RAM GDDR5 e possiede un’uscita DVI. Il prezzo di commercializzazione dovrebbe aggirasi attorno ai 1.499 dollari.

Il modello V3750 prevede, invece, 320 Stream Processor un quantitativo di memoria RAM pari a 256MB e un’uscita Dual DisplayPort. Il prezzo di commercializzazione dovrebbe aggirarsi attorno i 199 dollari.

Ti potrebbe interessare
Personalizzare la schermata principale del HTC HD2
Imaging

Personalizzare la schermata principale del HTC HD2

HTC HD2 è un touchphone che continua ad essere al centro dell’attenzione di numerosi appassionati, sia per le specifiche tecniche di rilievo che per la disponibilità di diverse utilità dedicate alla personalizzazione della sua interfaccia utente. Tra queste si segnala un’estensione di sistema che consente di avere sino a 60 icone disposte a matrice nella

Microsoft prepara la conquista dei netbook
Android

Microsoft prepara la conquista dei netbook

La nuova Starter Edition di Windows 7 sembra essere concepita appositamente per il comparto in piena espansione dei netbook. Nonostante alcune limitazioni, il nuovo OS potrebbe dare del filo da torcere a Linux, limitandone l’attuale presenza nel settore

Jobs e i DRM, atto finale… forse
Apple

Jobs e i DRM, atto finale… forse

Ieri Apple ed EMI hanno tenuto una conferenza stampa a Londra.L’evento è stato organizzato per annunciare un accordo, tra le due, che permette la vendita su iTunes di brani privi di DRM.Si scopre così, che la lettera che Steve Jobs aveva scritto condannando pubblicamente l’uso dei DRM non era demagogia, ma faceva parte di un