QR code per la pagina originale

Al Prix Italia si parla del futuro della TV

,

Al Prix Italia, premio internazionale e storica vetrina della TV pubblica italiana di cui si sta svolgendo in questi giorni a Cagliari la sessantesima edizione, si è parlato di televisione e futuro nell’incontro Presente e futuro dei media (PDF) a cui hanno partecipato prestigiosi esponenti della TV pubblica internazionale. È possibile immaginare il futuro e i limiti della crossmedialità?

Quale sarà il ruolo di servizio pubblico nel nuovo scenario mediatico? I nuovi media approfondiranno o diminuiranno il divario digitale tra paesi ricchi e paesi in via di sviluppo? Questi alcuni dei temi affrontati nel convegno.

Tra i relatori il presidente della RAI Claudio Petrucioli che nel suo intervento ha sottolineato il ruolo rivoluzionario dei concetti di crossmedialità e user generated content:

Nell’era delle mille televisioni: canali satellitari, Web TV, trasmissioni sul cellulare, programmi di nicchia, la vera rivoluzione si chiama crossmedialità e ha un solo imperativo: la TV te la fai da solo, con la massima libertà e fantasia. È questa la promessa di un matrimonio a tre: televisione, Web e telefonino sono gli strumenti che ognuno può impugnare. E così anche l’informazione e l’intrattenimento seguono la filosofia dello “user generated content”

Le nuove frontiere della tecnologia aprono la strada a una democrazia del telecomando, ha continuato Petruccioli, e comportando il cambiamento progressivo di ogni aspetto della vita e dell’organizzazione sociale, spingendo a un ripensamento profondo del servizio pubblico televisivo.

Secondo Simon Nelson (Controller, Portfolio & Multiplatform BBC Vision), il servizio pubblico non è morto: deve cambiare il suo ruolo che può essere quella di guidare il pubblico, proprio perché la scelta è sempre più ampia. Anche secondo Baljit Singh Lalli Direttore generale della TV pubblica indiana Prasar Bharati il servizio pubblico può diventare il catalizzatore della domanda sempre crescente, a patto che si evolva. L’incontro è stato presieduto dal presidente del Prix Italia, il canadese Robert Rabinovitch, ex presidente della televisione pubblica canadese.

Una nota: con tanto parlare di crossmedialità ci saremmo aspettati almeno una versione video dell’interessante convegno disponibile sul sito del Prix Italia… ma per ora sembra, niente da fare.