QR code per la pagina originale

Google, sono tuo padre

Dopo dieci anni di silenzio, Hubert Chang ha deciso di raccontare la sua verità. Attraverso un filmato sul web, il terzo presunto cofondatore di Google sostiene di aver ideato il PageRank e di aver successivamente coinvolto Brin e Page nel progetto

,

«Google fu progettato da Larry, Sergey e da me nel febbraio del 1997». Non usa mezzi termini Hubert Chang nel raccontare la sua verità dopo quasi dieci anni di silenzio. Telecamera fissa e sguardo dritto nell’obiettivo, il terzo presunto cofondatore del più utilizzato motore di ricerca al mondo affida a un videomessaggio di sei minuti il racconto degli eventi che lo portarono a progettare Google verso la fine degli anni Novanta.

A dieci anni esatti dalla sua fondazione, la storia della società di Mountain View potrebbe dunque essere riscritta, ammesso che le dichiarazioni di Chang siano corrispondenti alla realtà dei fatti. Il terzo presunto cofondatore di Google racconta di essere entrato in contatto con Sergey Brin e Larry Page attraverso il professore di informatica Rajeev Motwani della Stanford University. Chang aveva chiesto al docente se fosse a conoscenza di qualcuno disposto a fornirgli aiuto per sviluppare una nuova idea per il Web, che avrebbe potuto rivoluzionare il modo di cercare le informazioni online. Dopo alcuni giorni, il prof. Motwani consigliò a Chang di mettersi in contatto con Brin e Page, due giovani studenti particolarmente incuriositi dal suo nuovo progetto per la Rete.

Dopo un iniziale scambio di email, i tre si misero all’opera per elaborare il nuovo algoritmo concepito da Chang. Il loro lavoro diede buoni frutti e portò alla creazione della prima versione del PageRank, il famoso sistema utilizzato dal motore di ricerca Google per attribuire un peso e una determinata importanza a ogni pagina presente online. Stando al racconto dei fatti nel filmato diffuso online, al termine della ricerca Brin e Page avrebbero chiesto a Chang se fosse interessato a firmare un documento accademico che spiegava e certificava la nascita del PageRank. Dopo una lunga riflessione, Chang decise di non firmare per non compromettere la sua carriera universitaria con un documento ufficiale che, probabilmente, lo avrebbe distolto dai suoi studi rallentando il suo dottorato. Terminati gli studi, Chang provò a entrare nuovamente in contatto con Brin e Page, ma trovò sempre la porta chiusa.