QR code per la pagina originale

Canada: vincono i Conservatori anti-P2P

,

Le urne si sono oramai chiuse e i Conservatori hanno vinto le elezioni politiche aggiudicandosi ben 143 seggi su 308, non raggiungendo però la maggioranza in Parlamento.

È stata una campagna elettorale piuttosto intensa e molto demagogica. Il leader del partito dei Nuovi Democratici, Jack Layton si era detto favorevole al P2P in quanto quest’ultimo risulterebbe fondamentale per la democrazia del Paese.

Nel contempo, gli amministratori di isoHunt avevano raccomandato ai propri adepti di non votare a favore dei Conservatori, vista la loro ideologia politica in relazione alla tutela del diritto d’autore.

Pertanto la politica era entrata prepotentemente nella Rete dando all’intera comunità, delle indicazioni che non si potevano sottovalutare.

Il leader dei Nuovi Democratici canadesi aveva ribadito la ferma intenzione di tutelare la neutralità della Rete, affermando che tutto ciò che gravita attorno al Web doveva essere a disposizione di tutti.

Layton ha ampiamente sostenuto che i torrent sono un serbatoio di intelligenza e di sapere, e come tali, è giusto che possano essere condivisi dall’intera Comunità.

I Democratici volevano che Internet fosse uno strumento di pubblica utilità, basato sul libero scambio di idee.

Nonostante queste raccomandazioni, i Conservatori guidati dal premier Stephen Harper hanno “mantenuto la poltrona” vincendo le elezioni nel paese.

Questa pagina riproduce un articolo originale di Webnews.it e può essere utilizzata unicamente per finalità personali e non commerciali. L'originale si trova all'indirizzo https://www.webnews.it/?p=74042 che può essere raggiunto utilizzando il QR Code pubblicato accanto al titolo (se presente).