“Vorrei essere un Manager Zen”: si può

Manager letteralmente bruciati dallo stress, distrutti dalle telefonate, dalle mail e dal mondo del lavoro. Inutile starci tanto a pensare, perché è proprio questa la fotografia del Manager moderno.E invece no, c’è una via di fuga e si chiama Zen. Avete capito bene: per ritrovare il vostro equilibrio interno, potete diventare un Manager Zen.Soprattutto in

Manager letteralmente bruciati dallo stress, distrutti dalle telefonate, dalle mail e dal mondo del lavoro. Inutile starci tanto a pensare, perché è proprio questa la fotografia del Manager moderno.

E invece no, c’è una via di fuga e si chiama Zen. Avete capito bene: per ritrovare il vostro equilibrio interno, potete diventare un Manager Zen.

Soprattutto in un momento come questo, in cui l’economia sta vivendo un momento difficile, questa figura professionale è particolarmente sottoposta allo stress, al nervoso derivante dalla situazione di caos presente nei luoghi di lavoro.

Il primo passo, quello più importante, è imparare a lavorare divertendosi. Come?

“Il manager non deve fare il pagliaccio: rischierebbe solo di perdere credibilità (precisa “Federica Ghetti”, fondatrice dell’associazione culturale ManagerZen) è importante distinguere tra la superficialità, che può tradursi in mancanza di rispetto del lavoro altrui, e il buonumore, la risata terapeutica”

Naturalmente la strada per sposare a pieno la filosofia Zen è lunga e prevede il raggiungimento di una serie caratteristiche che il Manager dovrebbe possedere.

Si va dall’amore per il lavoro, fino alla lealtà, passando per il saper ascoltare la propria “pancia”. La lista di peculiarità è abbastanza lunga. Se ve la sentite di essere un Manager Zen, in bocca al lupo.

Ti potrebbe interessare