Gingle: nuovi kit di memorie DDR3 triple channel per Intel Core i7

La taiwanese Gingle ha recentemente presentato quattro kit di memorie DDR3 triple channel espressamente progettate per l’utilizzo combinato con i nuovi processori Intel Core i7.I kit saranno disponibili con capacità che possono andare dai 3 GB ai 6 GB in base alle reali necessità dell’utente.Le caratteristiche comuni prevedono una lavorazione basata su un PCB ad

La taiwanese Gingle ha recentemente presentato quattro kit di memorie DDR3 triple channel espressamente progettate per l’utilizzo combinato con i nuovi processori Intel Core i7.

I kit saranno disponibili con capacità che possono andare dai 3 GB ai 6 GB in base alle reali necessità dell’utente.

Le caratteristiche comuni prevedono una lavorazione basata su un PCB ad otto strati e un dissipatore in alluminio per il controllo della temperatura.

Le frequenze di funzionamento sono comprese tra i 1.600 MHz e i 1.800 MHz in base alla configurazione scelta. I tempi di latenza sono pari a 8-8-8-24.

Per quanto riguarda la tensione di funzionamento, i nuovi kit sono disponibili nella versione da 1,65 V e da 1,8 V.

Non sono al momento note ulteriori informazioni riguardo il prezzo di commercializzazione e la disponibilità.

Ti potrebbe interessare
Dell sfida Macbook Air con Adamo
Apple

Dell sfida Macbook Air con Adamo

Dell è da sempre una delle maggiori rivali di Apple, sia sul versante dei prezzi che su quello del design. La società ha rilasciato poche ore fa alcune anteprime di un design-concept: un computer addirittura più leggero e sottile di Macbook Air.Presentato da un sito creato appositamente per l’occasione, il nuovo computer della linea Adamo

Dove osa il WiMax
Prezzi e tariffe

Dove osa il WiMax

Stando al rapporto presentato da Infonetic Research, per ora, i paesi dove il WiMax sta riscuotendo il maggior successo sono l’India, gli Usa, la Russia e il Brasile. E non è un caso.In comune queste nazioni hanno l’estensione del territorio rispetto alla distribuzione non uniforme della popolazione. Ciò risulterebbe fondamentale nella diffusione del WiMax che