QR code per la pagina originale

Dell sposa gli hard disk criptati

Dell ha annunciato l'introduzione dei dischi rigidi Seagate in grado di criptare automaticamente i dati nelle sue principali serie di laptop. La nuova tecnologia non richiede interventi da parte dell'utente e garantisce maggiore riservatezza dei dati

,

Proteggere i dati presenti nel proprio disco rigido da occhi indiscreti è uno dei principali obiettivi per gli esperti di sicurezza informatica. Nel caso dei dispositivi mobili, come laptop e UMPC, al rischio di intrusione attraverso la Rete da parte di utenti malintenzionati si aggiunge il pericolo costituito dai furti. Si stima, infatti, che nel mondo ogni 53 secondi venga rubato un notebook, garantendo spesso l’accesso incondizionato a dati e informazioni riservate. Intenzionate a ridurre le gravi conseguenze del fenomeno, le società Seagate, Dell e McAfee hanno annunciato il rilascio di nuove soluzioni tese a criptare i dati presenti sui notebook automaticamente.

Il nuovo sistema basa il proprio funzionamento su un particolare tipo di dischi rigidi prodotti da Seagate e su una nuova soluzione software implementata dagli sviluppatori di McAfee. I due sistemi trovano, infine, la loro sintesi attraverso le serie laptop prodotte da Dell. I nuovi hard disk appartengono alla generazione Momentus FDE di Seagate, dispositivi in grado di criptare automaticamente i dati immagazzinati nei drive, impedendone così un accesso diretto senza le dovute chiavi di decodifica. I nuovi dischi sono montati sulle serie Latitude, Precision Mobile Workstations e OptiPlex di Dell che sfruttano anche le potenzialità dei software McAfee per mettere ulteriormente in sicurezza le informazioni presenti sul disco rigido.

La particolare architettura degli hard disk prodotti da Seagate permette un loro utilizzo su qualsiasi computer dotato di connettori SATA per dischi da 2.5 pollici. Una volta installato il dispositivo, l’utente deve semplicemente inserire una password nel BIOS che costituirà la chiave per decodificare i dati presenti sul disco rigido. Così facendo, l’hard disk potrà funzionare solamente con il BIOS cui è stato associato, rendendo inaccessibili i propri dati se montanto su un altro dispositivo. Per aumentare ulteriormente la sicurezza dei dati, Dell e McAfee hanno elaborato un successivo livello di criptazione a livello software, rendendo così ancor più difficile l’accesso ai dati agli utenti non autorizzati.

In commercio già da alcuni mesi, con il debutto sui laptop Dell, i dischi Seagate Momentus FDE potrebbero conoscere una rapida diffusione e una ulteriore riduzione del loro prezzo. Al momento, un disco da 160 Gb con 7200 rpm viene commercializzato al prezzo di circa 150 dollari.