QR code per la pagina originale

Accordo tra Yahoo e T-Mobile per la ricerca

Yahoo ha annunciato un accordo con T-Mobile per portare il suo motore di ricerca oneSearch all'interno del servizio web2goSM offerto della società teutonica in numerosi suoi modelli di smartphone, potenziando così l'esperienza di navigazione

,

Mentre il mondo intero ha gli occhi puntati su Yahoo in merito alle dismissioni del suo CEO Jerry Yang e all’acquisizione (oramai virtualmente sfumata) da parte di Microsoft, la società californiana prende una boccata d’ossigeno attraverso un accordo con l’operatore tedesco T-Mobile: il motore di ricerca oneSearch, progettato da Yahoo, sarà parte integrante del servizio web2goSM offerto della società teutonica agli utenti di numerosi suoi modelli di smartphone, costituendo così la base di partenza per sofisticate ricerche sul Web. Il motore di ricerca avrà così l’opportunità di raggiungere ben 105 milioni di clienti, compresi i clienti AT&T, agganciati precedentemente con un simile accordo.

Secondo il senior vice president di Yahoo David Ko, oneSearch è stato in grado di rivoluzionare la ricerca sul Web attraverso i sempre più diffusi dispositivi mobili, motivo per cui è stato scelto da oltre 70 operatori in tutto il mondo. Il motore di ricerca sviluppato da Yahoo è infatti in grado di mostrare istantaneamente le ultime news, offrendo l’opportunità di ottenere molte informazioni correlate ai contenuti ricercati, quali ad esempio recensioni, articoli, trailer e immagini, nel caso l’utente sia interessato a un particolare film. Yahoo oneSearch sarà inoltre in grado di collegarsi al negozio online di T-Mobile per offrire suonerie, sfondi e giochi all’interno dei risultati delle ricerche. Web2goSM, dal canto suo, permette una navigazione ottimale all’interno di ogni tipologia di smartphone, permettendo una elevata personalizzazione e un accesso facilitato agli acquisti su Internet e allo scaricamento di contenuti multimediali.

Web2go è già oggi disponibile all’interno di molti telefoni T-Mobile, inclusi i dispositivi marchiati Motorola, Nokia, Samsung, Sony Ericsson e BlackBerry; l’integrazione con oneSearch sarà automatica per tutti i clienti del provider tedesco che dispongono di un apparecchio compatibile.