QR code per la pagina originale

SearchWiki, per personalizzare Google

La società di Mountain View ha da poco introdotto SearchWiki, una nuova funzione che consente di personalizzare i risultati forniti dal famoso motore di ricerca. Le modifiche apportate interessano unicamente l'account dell'utente

,

A poche ore dal rilascio dei nuovi temi grafici per Gmail, la società di Mountain View ha apportato un’importante modifica al suo motore di ricerca, aggiungendo una nuova opzione per personalizzare le pagine dei risultati. Una piccola rivoluzione che interessa principalmente gli utenti in possesso di un account di Google e tale comunque da impensierire il progetto Wikia Search di Jimmy Wales (che basava su questo specifico concetto la propria differenziazione da “Big G”).

Grazie alla nuova funzione SearchWiki, introdotta dagli sviluppatori del colosso delle ricerche, gli utenti hanno ora la possibilità di personalizzare le pagine restituite dopo l’invio di una query, modificando l’ordine dei risultati ed eliminando i link alle pagine indesiderate. Affianco a ogni risultato compare una freccia, che consente di portare nelle prime posizioni della pagina il relativo link, cambiando così la gerarchia fornita automaticamente dagli algoritmi di Google. Un’altra piccola icona, contenente una "X", permette invece di eliminare un risultato, sfoltendo così le risposte offerte dal motore di ricerca e rendendole maggiormente consone alle proprie esigenze, mentre la funzione "Add" consente anche di inserire un nuovo risultato non presente nella pagina. Cliccando sull’icona che riproduce un piccolo fumetto, invece, ogni utente ha la possibilità di inserire una breve annotazione su un certo link, che verrà sempre mostrata nelle pagine di Google contenenti quel dato risultato.

Le modifiche apportate dall’utente si riflettono unicamente sul suo account e non cambiano in alcun modo l’ordine dei risultati visualizzati dagli altri utenti. Una differenza sostanziale rispetto a Wikia Search, ad esempio, che invece basa proprio sull’apporto umano il proprio sistema per correggere le storture del suo algoritmo di ricerca, nel tentativo di fornire risultati maggiormente pertinenti con le query inviate dagli utenti.

La nuova funzione per la personalizzazione dei risultati delle ricerche di Google offre anche la possibilità di visualizzare un riassunto delle modifiche apportate, sempre dal proprio account, attraverso una cronologia sulla quale è possibile intervenire per ripristinare i risultati eliminati, o ricollocarli nella loro giusta posizione. SearchWiki consente, infine, di condividere le proprie personalizzazioni con il resto degli utenti in possesso di un account Google. Per ogni ricerca è possibile visualizzare una pagina con il resoconto delle modifiche attuate con maggiore frequenza dagli utenti, con un sistema che almeno in parte ricorda il meccanismo di alcuni siti di social bookmarking come il famoso Digg.

Al momento SearchWiki è disponibile per la sola versione statunitense di Google. La società di Mountain View non ha ancora rilasciato informazioni precise sul calendario per il rilascio della nuova funzione nelle altre versioni localizzate del suo motore di ricerca.