QR code per la pagina originale

Chrome verrà preinstallato nei nuovi pc?

Il browser di Google potrebbe comparire tra i software installati dai produttori di nuovi pc. Questa potrebbe essere una mossa strategica per incrementare la diffusione di Chrome. Microsoft prende le contromisure: IE8 sarà il browser default per Windows 7

,

Google sta pensando di stipulare accordi con i produttori di pc affinchè installino sulle loro macchine il neonato browser Chrome. In cambio il gruppo di Mountain View potrebbe offrire una percentuale sull’advertising risultante, al pari di similari accordi già intessuti in relazione alla toolbar o all’uso del search su Firefox. I vertici di Google sembrano infatti voler prendere provvedimenti radicali per aumentare la penetrazione del loro browser, che attualmente è utilizzato soltanto da una scarsissima percentuale di navigatori, che preferiscono di gran lunga Firefox ed Internet Explorer.

Gli analisti del settore hanno definito questa come una mossa strategica, che già in passato ha portato i suoi frutti. Negli anni ’90 Microsoft riuscì a sconfiggere Netscape Navigator preinstallando Explorer sui nuovi pc che montavano il sistema operativo Windows. Il risultato fu che la stragrande maggioranza dei nuovi acquirenti di computer decisero di utilizzare il browser preinstallato nel loro sistema operativo.

Microsoft non resta a guardare. Da Redmond hanno già comunicato da tempo che il nuovo browser Internet Explorer 8, lanciato nello scorso agosto, verrà fornito come browser di default per tutti i pc che monteranno il sistema operativo Windows 7, pronto nel gennaio del 2010.

Il vice presidente del product management di Google, Sundar Pichai ha affermato che la scarsa diffusione di Chrome è “merito” della stessa azienda, che ha deciso di non promuovere eccessivamente il browser finchè questo non sarà uscito dalla fase di test. Secondo Pichai, a gennaio Chrome uscirà dalla fase beta e nella prima metà dell’anno verranno diffuse le prime versioni del browser per i sistemi Mac e Linux; in questo modo il 99% degli utenti di internet potranno scegliere di navigare con il browser di casa Google.