Intel punta sulle memorie SSD

Il mercato delle memorie SSD (dischi a stato solido) è in vertiginosa crescita e ora che i costi sono diventati più accessibili, Intel ha stretto una collaborazione con Hitachi per investire in questo settore.Il gigante produttore di microchip già opera nel settore attraverso una joint venture con Micron e da tempo la pressione degli azionisti

Il mercato delle memorie SSD (dischi a stato solido) è in vertiginosa crescita e ora che i costi sono diventati più accessibili, Intel ha stretto una collaborazione con Hitachi per investire in questo settore.

Il gigante produttore di microchip già opera nel settore attraverso una joint venture con Micron e da tempo la pressione degli azionisti verso l’abbandono di questo investimento ritenuto marginale si fa sempre più pressante.

Ciononostante, il board di Intel evidentemente è di un altro parere. Insieme ad Hitachi, verranno prodotti dischi SSD entro la prima metà del 2010. La concorrenza sarà particolarmente dura con i giganti del settore SunDisk, Samsung e Toshiba.

Il settore dei drive flash si prospetta un’allettante opportunità commerciale verso cui si stanno dirigendo tutti i più grandi produttori di hard disk.

I due partner commerciali nel comunicato ufficiale hanno commentato:

“L’unione tra un’azienda leader nella produzione di drive Enterprise e un’azienda leader nella produzione di chip flash NAND porterà alla creazione di soluzioni capaci di eccellere in campi quali affidabilità, performance e compatibilità”.

Ti potrebbe interessare
Windows Phone 7.1: tutte le novità di Mango
Microsoft

Windows Phone 7.1: tutte le novità di Mango

Durante l’evento di presentazione della nuova versione del sistema operativo, la parola più utilizzata è stata “integrazione” per indicare l’obiettivo che Microsoft intende raggiungere con Windows Phone 7.1 (Mango). L’utente deve avere a disposizione numerose funzionalità, ma senza complicare l’esperienza d’uso dello smartphone.Mango quindi è stato sviluppato considerando la singola persona al centro del sistema

Microsoft, aspettando il 10 Ottobre
Software e App

Microsoft, aspettando il 10 Ottobre

Il 10 Ottobre arriverà con un sospiro di sollievo per l’utenza Microsoft: Settembre è stato un mese costellato di allarmi dovuti a vari bug ed exploit scoperti in vari prodotti del gruppo e addirittura, per la seconda volta dall’inizio della pubblicazione degli aggiornamenti mensili di sicurezza, un bollettino è stato pubblicato al di fuori del

Vulnerabilità in sistemi open source
Software e App

Vulnerabilità in sistemi open source

Non solo Microsoft: anche l’open source è costretta ad ammettere qualche falla, e mentre SuSe ha già provveduto alla risoluzione dei problemi gli altri vendor dovrebbero occuparsene nei prossimi giorni. A rischio il sistema CVS.