IMSAI 8080, il primo computer per professionisti e appassionati

Venduto a partire dal 1975 da IMS Associates Inc (poi ribattezzata IMSAI Manufacturing Corp) e realizzato dall’ingegnere americano “William Millard”, si tratta del primo computer ad essersi diffuso ampiamente sia per scopi professionali che tra i semplici appassionati.L’IMSA 8080 è un “derivato” del Altair 8800, nel senso che Millard si basò molto sull’architettura Altair per

Venduto a partire dal 1975 da IMS Associates Inc (poi ribattezzata IMSAI Manufacturing Corp) e realizzato dall’ingegnere americano “William Millard”, si tratta del primo computer ad essersi diffuso ampiamente sia per scopi professionali che tra i semplici appassionati.

L’IMSA 8080 è un “derivato” del Altair 8800, nel senso che Millard si basò molto sull’architettura Altair per la sua creatura, e sul processore Intel 8080, per la realizzazione.

Caratterizzato da un cabinet colore blu (simile a quello usato da IBM in quegli anni) e da due file di bottoni, rossi e blu, sul frontale che servivano per il caricamento “byte to byte” dei programmi in memoria.

Nella prima versione era dotato di una memoria da 64 KB arrivata poi a 256 KB nella seconda. I software utilizzabili erano pochi, il CPM (Control Program/Monitor) sviluppato dal “Digital Research” seguito poi dal IMDOS, da una versione del BASIC e del Fortran.

Una particolarità: molti non giovanissimi ricorderanno certo il film WarGame del 1983, primo esempio di film sulla pirateria informatica (in senso lato). Ebbene, il protagonista del film, si serve proprio di un IMSA 8080 per i suoi scopi (visibile alla sinistra del protagonista).

Ti potrebbe interessare
Black Friday, ma tutt’altro che nero
Business Web e Social

Black Friday, ma tutt’altro che nero

Dati parziali, ma significativi: il Black Friday si sarebbe chiuso negli USA con transazioni in significativo aumento rispetto al 2008, con PayPal a certificare addirittura un aumento del 20% nel numero delle operazioni. Ed è già ora di Cyber Monday

Talk in Gmail!
Software e App

Talk in Gmail!

Da oggi anche l’interfaccia italiana di Gmail ha accesso al servizio Google Chat, ovvero la possibilità di dialogare istantaneamente con la propria buddy list di Google Talk semplicemente accedendo alla casella di posta Gmail

Virgin Digital, ennesima sfida a iTunes
Web e Social

Virgin Digital, ennesima sfida a iTunes

Il marchio Virgin entra a far parte della baguarre per la conquista del mercato della musica digitale. Il marchio, proveniente direttamente dal settore della discografica tradizionale, punta ad imporsi sulla concorrenza entro 5 anni