Confermato un Ion basato su processore VIA

La nuova piattaforma Ion di nVidia, destinata in prevalenza ai sistemi netbook, affiderà, come noto, la sua potenza di calcolo al processore Intel Atom, al quale sarà affiancato il nuovo chipset dotato di una GeForce 9400M per il settore grafico. Ebbene Jen-Hsun Huang, attuale CEO e presidente di nVidia, ha rivelato che presto sarà lanciato

La nuova piattaforma Ion di nVidia, destinata in prevalenza ai sistemi netbook, affiderà, come noto, la sua potenza di calcolo al processore Intel Atom, al quale sarà affiancato il nuovo chipset dotato di una GeForce 9400M per il settore grafico.

Ebbene Jen-Hsun Huang, attuale CEO e presidente di nVidia, ha rivelato che presto sarà lanciato un Ion alternativo dove il processore di Intel sarà sostituito da un di casa VIA. La nuova configurazione si chiamerà, con molta probabilità, Ion 2.

In questa versione Atom sarà infatti sostituito dal nuovo VIA Nano, derivato dalle CPU VIA C7, costruito con processo produttivo a 65nm, 64 bit e diretto concorrente della Mini CPU di casa Intel.

Nano sarà disponibile in frequenze da 1 GHz a 1.8 GHz ma per vedere sul mercato anche questa versione di Ion ci vorrà qualche mese in più.

Ti potrebbe interessare
Telecom Italia mette il turbo: fibra a 100 Mbit in sei città
Fibra ottica

Telecom Italia mette il turbo: fibra a 100 Mbit in sei città

Fibra ottica a 100 Mbit in sei città entro Natale. È questo l’ambizioso piano di Telecom Italia. Le sei fortunate per cui Telecom Italia ha chiesto all’AGCOM di poter avviare la commercializzazione dei servizi sono Roma, Milano, Catania, Bari, Venezia e Torino, interessando 520 mila abitazioni. L’annuncio è stato dato dall’amministratore delegato, Franco Bernabè, al

Zero9 cerca Web Designer
Web e Social

Zero9 cerca Web Designer

Probabilmente avrete sentito molte volte in TV una di quelle pubblicità di loghi e suonerie. Ebbene, nella maggior parte dei casi, l’azienda che si propone di servire questo tipo di servizio è la Zero9. Si tratta di una delle principali Mobile Company in Italia nel settore dell’ideazione, produzione, aggregazione e distribuzione di contenuti multimediali, principalmente

SCO vs DaimlerChrysler: nulla di fatto
Software e App

SCO vs DaimlerChrysler: nulla di fatto

Le accuse cadono, dunque tra SCO e DaimlerChrysler la partita è virtualmente chiusa. Le colpe contestate alla nota casa di automobili non sussistono e i diritti sul codice Linux non possono essere pretesi perchè non riconosciuti. Palla al centro.