QR code per la pagina originale

Microsoft prepara la conquista dei netbook

La nuova Starter Edition di Windows 7 sembra essere concepita appositamente per il comparto in piena espansione dei netbook. Nonostante alcune limitazioni, il nuovo OS potrebbe dare del filo da torcere a Linux, limitandone l'attuale presenza nel settore

,

Nelle sue tre settimane di utilizzo di Windows 7 Starter Edition, Ed Bott non sembra esser rimasto deluso dal sistema operativo e dalle limitazioni imposte per risparmiare risorse ed energia, il giornalista però ammette: «Se avessi dovuto provare questo sistema con un notebook convenzionale, utilizzando più applicazioni di MS Office od OpenOffice, iTunes o Windows Media Player per la musica e alcuni programmi di messaggistica istantanea, mi sarei sentito incredibilmente frustrato a causa delle limitazioni della Starter Edition. In definitiva, questa è la domanda cui dovrete rispondere quando prenderete in considerazione Windows 7 Starter Edition: questo è un notebook o un netbook? Se la risposta sarà netbook, rimarrete probabilmente sorpresi da ciò che questo OS è in grado di fare».

La decisione di Microsoft di ricorrere a una versione molto leggera del suo sistema operativo sembra invece entusiasmare poco i sostenitori delle piattaforme Linux. Per sfuggire agli alti costi di licenza e avere sistemi performanti, numerosi costruttori di netbook hanno offerto negli ultimi mesi l’opportunità agli utenti di acquistare i loro dispositivi equipaggiati con l’OS del pinguino. La strategia di Redmond potrebbe dunque invertire tale tendenza, recuperando un ampio bacino di utenti con una versione economica e performante del suo prossimo sistema operativo.

Secondo gli analisti, il comparto dei netbook dovrebbe continuare a crescere a ritmi sostenuti, complice la crisi e le necessità di risparmiare denaro da parte dei consumatori. Parte della partita per il nuovo Windows 7 si potrebbe dunque giocare sui dispositivi principalmente concepiti per navigare e utilizzare le applicazioni online. Ad aumentare ulteriormente la concorrenza nel settore potrebbe pensarci anche Google, il cui sistema operativo per smartphone Android sembra essere ormai pronto per il grande passo verso i netbook.

In questa particolare ottica, il nuovo Windows 7 Starter Edition potrebbe distaccarsi dalle precedenti politiche commerciali di Microsoft, divenendo qualcosa di più di una semplice edizione “entry level” nella gamma di edizioni concepite per il nuovo sistema operativo. Le recenti rivelazioni sui bassi margini di guadagno per le licenze di Windows XP per netbook sembrano confermare il particolare interesse di Redmond per il settore e preparare la strada in attesa di Windows 7.

Video:La consegne con i droni in Canada