QR code per la pagina originale

L’altro P2P: il backup online per cautelarsi e condividere

,

Non è ancora molto diffuso in Italia, ma è un servizio certamente utile e duttile: il backup online.

Già diffusa da tempo negli USA (grazie, ad esempio, a software come Mozy), l’idea ha cominciato a prendere piede nel Vecchio Continente solo di recente, anche grazie ad un prodotto italiano, Memopal, tra i primi a fornire tale servizio.

La versatilità di questa soluzione sta nel fatto che non si tratta soltanto di un sistema che permette all’utente di cautelarsi contro la perdita di dati, ma esso consente anche di condividere i propri file, una volta uploadati, ovviamente solo con chi si desidera.

Sotto quest’ultimo aspetto tale soluzione può ricordare da vicino software come GigaTribe, che consentono la creazione di reti P2P private.

Qui però si tratta di unire, è veramente il caso di dirlo, l’utile al dilettevole: all’esigenza di salvare online, anche automaticamente, i file del proprio PC (la sicurezza è garantita da un sistema di archiviazione con cifratura), si aggiunge la possibilità di poter raggiungere tali file da altre postazioni e di poterli condividere con amici, parenti e colleghi.

Utile per le aziende (il servizio è stato recentemente approntato anche da Fastweb per tali esigenze), il backup da condividere rappresenta sicuramente una possibilità ulteriore per i patiti del file-sharing: la possibilità di spostare facilmente anche file di grosse dimensioni è un aspetto da non trascurare.

Il servizio è essenzialmente a pagamento (49? all’anno per 150 GB è la tariffa Memopal), anche se sono disponibili versioni trial gratuite.

Alcuni feedback di utenti che l’hanno già provato sembrano decisamente positivi, ma il servizio è destinato a ulteriori futuri miglioramenti, come lasciano presagire le ultime notizie che provengono dagli USA.

Infatti, la compagnia telefonica Verizon ha messo a punto un nuovo sistema che facilita il salvataggio di dati e migliora le funzioni di condivisione dei file, tramite intuitive operazioni di taglia-incolla e l’utilizzo di thumbnails che permettono di evitare l’apertura dei file di foto e immagini.