Cosa ci riserva l’evoluzione del mobile Web?

Diversamente da altri campi, un’innovazione tecnologia nel mondo del mobile ha una potenziale ripercussione immediata sulla società. Vuoi perché il cellulare è diventato il personal medium per eccellenza dopo l’avvento della radio, vuoi perché quello che succede nella Rete, per sua stessa natura, ha una velocità di diffusione molto elevata, vuoi perché è interesse delle

Diversamente da altri campi, un’innovazione tecnologia nel mondo del mobile ha una potenziale ripercussione immediata sulla società. Vuoi perché il cellulare è diventato il personal medium per eccellenza dopo l’avvento della radio, vuoi perché quello che succede nella Rete, per sua stessa natura, ha una velocità di diffusione molto elevata, vuoi perché è interesse delle aziende trovare sempre nuovi campi in cui fare business.

Non tutti, però, siamo in grado di comprendere quale sarà la prossima evoluzione che ci aspetta dietro l’angolo. Ecco perché quando qualche “guru” spiega il suo punto di vista con parole e immagini comprensibili ai più, non bisognerebbe mai perdere l’occasione per ascoltarlo, e riflettere a propria volta. soprattutto in un ambito come quello del Mobile Web, magmatico per definizione.

John Pettengill, in questa presentazione, pone l’attenzione su un aspetto spesso frainteso del mobile Web, almeno come lo stiamo conoscendo oggi: il mobile Web non è una versione rimpicciolita dei siti che frequentiamo abitualmente, ma deve essere qualcosa di diverso, qualcosa che sia in grado di sfruttare le caratteristiche uniche che solo gli smartphone possiedono: quella di essere un dispositivo sensibile al contesto e che ormai portiamo sempre con noi.

Hyperlink the world, pagamenti digitali, augmented reality, ricerca di informazioni su quello che ci circonda, brand extension: cosa ne pensate?

Ti potrebbe interessare