QR code per la pagina originale

Facebook vuole gestire i pagamenti

Il famoso social network potrebbe lanciare a breve una piattaforma per gestire internamente i pagamenti degli utenti per le applicazioni di terze parti. L'iniziativa potrebbe consentire a Facebook di aumentare sensibilmente i propri introiti

,

Facebook sembra essere ormai prossimo al lancio di una propria piattaforma per la gestione dei pagamenti all’interno delle sue pagine. La nuova iniziativa potrebbe consentire agli sviluppatori di terze parti di semplificare la gestione delle transazioni economiche per le loro applicazioni e, al tempo stesso, potrebbe aprire la strada verso nuovi introiti per il famoso social network, da tempo alla ricerca di nuove soluzioni per monetizzare il suo ampio bacino di utenti.

Stando alle indiscrezioni raccolte dal sito di informazione online VentureBeat, il nuovo sistema per i pagamenti potrebbe compiere il proprio debutto entro poche settimane con una prima versione alpha, inidirizzata a un numero ristretto di sperimentatori. La piattaforma per le transazioni dovrebbe gestire in maniera diretta il denaro speso dagli utenti su Facebook, consentendo al social network di ottenere una percentuale su ogni pagamento. Il sistema potrebbe essere integrato non solo all’interno del portale, ma anche nei siti web che si appoggiano in parte sulla piattaforma del social network attraverso Facebook Connect, che potrebbe conoscere così una nuova spinta online. Nonostante non siano giunte ancora conferme ufficiali, secondo alcuni il nuovo sistema di pagamento potrebbe essere organizzato sul modello utilizzato da Apple per gestire gli acquisti sullo store di iTunes.

Gli utenti che lo desiderano, potrebbero dunque acquistare crediti e funzionalità aggiuntive per Facebook indicando i dettagli della propria carta di credito solo al momento dell’iscrizione, senza dover inserire i dati per ogni singola transazione. Ciò semplificherebbe l’esperienza d’uso degli utenti e potrebbe naturalmente favorire un maggior numero di acquisti di impulso. Una percentuale su ogni applicazione acquistata potrebbe garantire notevoli introiti aggiuntivi per Facebook. Secondo alcune stime, gli sviluppatori di terze parti potrebbero infatti registrare ricavi per oltre 500 milioni di dollari su base annua attraverso l’offerta di applicazioni e giochi per gli utenti del social network. Trattenendo una percentuale per ogni transazione, Facebook potrebbe dunque accrescere i propri flussi di cassa.

Nel corso degli ultimi mesi, Facebook si è principalmente dedicato all’elaborazione di nuove strategie per monetizzare il proprio bacino di utenti attraverso l’advertising, mentre ha dimostrato un minore interesse verso lo sviluppo di soluzioni autonome per i pagamenti. La possibilità di avviare un progetto per gestire le transazioni internamente al sito era stata ventilata circa un anno fa, ma alle prime dichiarazioni non avevano poi fatto seguito iniziative concrete. La necessità di aumentare gli introiti e il comparto dell’advertising ancora in difficoltà potrebbero aver accelerato lo sviluppo di nuove alternative per portare nuovi ricavi. Dal quartier generale del famoso network sociale non sono giunte al momento né conferme né smentite allle indiscrezioni sul possibile lancio di una piattaforma per la gestione interna al sito dei pagamenti.