QR code per la pagina originale

I “fake”: quando trovare un file è troppo bello per essere vero

,

Vi è mai capitato di cercare su di un motore di ricerca un file che non avete trovato su applicazioni P2P, e di imbattervi in siti che sostengono di aver trovato decine di file corrispondenti alla vostra ricerca?

Sicuramente sì, ed è inutile dire quanto quelle ricerche si siano rivelate vane, giusto?

Detto che molti di questi siti possono essere spinti ad utilizzare un tale meccanismo per scopi più o meno innocui, come quello magari di rendere visibili altri annunci presenti sulle proprie pagine, va rilevato che alcuni di questi siti possono riservare un’esperienza piuttosto frustrante per l’utente.

È stata riportata, infatti, l’esperienza di un utente alla ricerca di filmati da scaricare riguardanti l’ammaraggio d’emergenza di un aereo sul fiume Hudson, a New York: uno di questi siti garantiva l’esistenza di alcuni file chiamati “Hudson River Crush”, ma non permetteva il download senza il pagamento di una cifra intorno ai 5 dollari.

La sorpresa è stata che, una volta effettuato il pagamento, i file si rivelavano inesistenti, anche nel database consultato appena prima di pagare. Tali siti, quindi, sono solo l’ennesima truffa online e la conferma è stata data digitando lettere a caso sul motore di ricerca interno: tutte le volte risultavano esistenti file dai nomi impossibili e puntualmente essi “svanivano” una volta effettuato il pagamento al servizio.

Un’altra delle mille insidie della rete.

Video:Tomb Raider Definitive Edition – Video Recensione