QR code per la pagina originale

Anche nVidia punta su OpenCL

,

OpenCL (il framework che permette ai processori delle schede grafiche di elaborare assieme alle CPU) che inizialmente fu sviluppato e promosso da Apple come tecnologia da realizzare per Snow Leopard, va affermandosi anche fuori dal mondo Mac. Dopo la partenza in Apple, infatti, OpenCL è stato supportato da Khronos Group, nVidia, AMD e Intel.

Grazie a OpenCL è possibile estrarre tutta la potenza di elaborazione delle GPU, che fino ad oggi è stata sprecata perché utilizzata solo per la grafica tridimensionale, e utilizzarla per qualsiasi altro compito.

In questo modo il computer avrà a disposizione una maggiore capacità di calcolo per tutte le operazioni e sarà quindi più performante in generale.

Recentemente nVidia ha annunciato di aver rilasciato un driver e un SDK per OpenCL riservati ad alcuni sviluppatori selezionati.

L’intenzione di nVidia è di rilasciare un SDK per tutti gli sviluppatori che permetta di trarre i vantaggi di OpenCL e affiancarli a CUDA.

nVidia lavora da anni a CUDA (una tecnologia per l’elaborazione in parallelo) e sembra aver capito quanto OpenCL può essere utile per ottimizzare la resa di CUDA e le prestazioni generali del computer.

Ci vorrà ancora qualche mese prima che una beta dell’SDK sia resa disponibile a tutti gli sviluppatori, ma la decisione di nVidia indica chiaramente che la scelta di Apple andava nella giusta direzione e che OpenCL è di fatto già una realtà che va oltre il mondo Mac.