QR code per la pagina originale

Fennec, la prima alpha per Windows Mobile 6

Mozilla ha rilasciato pubblicamente l'installer della prima alpha release di Fennec, l'alter-ego mobile di Firefox. La versione si presenta completa di add-on ed altre funzioni proiettate a conferire al browser immediata credibilità ed ampio testing

,

«Siamo lieti di annunciare che Fennec Alpha 1 per Windows Mobile 6 è disponibile al download per sviluppatori e tester. È questa una prima release riservata a chi sviluppa o a chi intende provare il prodotto. Siamo lieti di invitare gli sviluppatori interessati a Windows Mobile ad entrare a far parte della community degli sviluppatori ed utenti Mozilla per aiutarci a sviluppare, provare e rifinire il prodotto». Con questo invito inizia l’era Mozilla su Windows Mobile, con Fennec che si presenta con la prima alpha release sperando di costruire su mobile ciò che Firefox ha saputo fare su desktop.

Il gruppo presenta tre novità su tutte da quando è iniziato lo sviluppo del browser per dispositivi mobile:

  • «JeMalloc, la libreria per la gestione della memoria sviluppata da Jason Evans e usata per Firefox, è stata portata su Windows CE ed attivata per Fennec. Ciò permette a Fennec di gestire la memoria in modo molto più efficiente»;
  • L’interfaccia di Fenne è stata rivista basandola completamente su CSS. Ciò permette una miglior adattabilità a tutti gli schermi ed a tutte le risoluzioni, accompagnando inoltre i miglioramenti di look&feel apportati nel tempo al browser;
  • La versione Alpha supporta gli add-on, il che non è aspetto da poco visto che proprio su questa specifica Mozilla ha anzitempo costruito la fortuna di Firefox.

Un video illustrativo delle qualità di Fennec Alpha è stato portato online con immagini girate dopo una prova su di un dispositivo HTC basato su Windows Mobile:

Secondo quanto indicato nel comunicato ufficiale del gruppo, Mozilla ha messo in distribuzione Fennec quando ormai si è alla quattordicesima versione principale del prototipo. Il gruppo ricorda come il tutto sia stato aperto al test senza alcuna promessa di qualità o stabilità, anzi: saranno proprio i test diffusi a permettere a Mozilla di migliorare e modificare il browser, oggi gravato di noti problemi e pronto a raccogliere le prime notifiche anche in quanto a problemi di sicurezza oggi ignoti.

Un apposito Wiki è stato messo a disposizione per accompagnare la crescita di Fennec e la versione alpha è pronta a raccogliere le prime sentenze. Per Mozilla trattasi di un appuntamento importante: in un ramo dominato da Opera e minacciato da Safari, Microsoft ha palesato forti ambizioni e Chrome ha un suo punto a favore rappresentato da Chrome. Il browsing in mobilità è però sempre più fondamentale e Mozilla non ha intenzione di perdere il treno in corsa. Per questo la prima alpha si completa già con un certo numero di punti forti: gestione delle password, massimizzazione automatica della visione sui contenuti, bookmark, thumbnail per tabbed browsing, accesso semplificato ai motori di ricerca, zoom velocizzato, motore JavaScript TraceMonkey, download manager ed altro ancora.