QR code per la pagina originale

GMail introduce la possibilità di tradurre i messaggi

,

Sebbene sia riuscito in pochi anni a diventare uno dei servizi di posta online più utilizzati al mondo, GMail non sembra proprio volersi adagiare sugli allori, continuando ad evolvere attraverso l’implementazione di piccole e grandi feature al servizio dei suoi utenti.

Questa volta tocca ad un’opzione, da attivare all’interno della scheda Labs, che prevede la traduzione dei messaggi ricevuti, in una qualsiasi delle 41 lingue al momento supportate da Google Translate.

Si tratta di una caratteristica che verrà sicuramente apprezzata da tutti quanti quotidianamente si trovano a comunicare con persone dall’idioma differente al proprio e con cui magari non hanno sufficiente confidenza.

Ovviamente, le attuali tecnologie per la traduzione automatica dei testi non sono esenti da lacune, soprattutto per quanto riguarda l’interpretazione del contesto e della sintassi, ma l’introduzione di un tale strumento può comunque dare una mano nella comprensione generale di un discorso.

Oltre che alle email, la nuova tecnologia può essere applicata anche alle chat che si possono tenere attraverso l’interfaccia di GMail.