QR code per la pagina originale

AvaLine: VoIP e Second Life al servizio delle imprese

,

In un momento economico non certo tra i più positivi della storia recente, le aziende sempre più spesso si vedono costrette ad adottare misure finalizzate a salvaguardare bilanci già di per sé fin troppo martoriati.

Una di queste potrebbe passare per l’adozione di tecnologie VoIP per l’interazione tra il proprio personale e con le altre compagnie.

In questa direzione si sta muovendo anche Second Life, la celebre piattaforma virtuale lanciata nel 2003, che attraverso il rilascio della prima beta di AvaLine, permette ai suoi “residenti” di prendere parte a vere e proprie conferenze virtuali.

Il sistema sfrutta una tecnologia già da tempo impiegata in Second Life, grazie alla quale i suoi utenti possono interagire vocalmente con gli altri avatar proprio come se ci si trovasse in un ambiente reale, riconoscendo dunque da che parte arriva una voce, sentendola in modo più nitido se proviene da vicino o, al contrario, in modo confuso se il proprio interlocutore si trova a distanza.

La forza di AvaLine risiede però nella possibilità (ancora da implementare) di far partecipare agli incontri anche coloro non dotati di un computer attraverso il quale accedere alla piattaforma.

Una volta che il sistema verrà reso disponibile in versione definitiva, con licenza commerciale, sarà quindi possibile partecipare agli incontri virtuali anche attraverso un telefono fisso o un cellulare.

AvaLine è atteso entro la fine del 2009, mentre qualche mese più tardi sarà la volta di SLim, servizio che permetterà di scambiare messaggi vocali o di testo con gli altri residenti, senza bisogno di tener aperta l’interfaccia di Second Life.