Lasciatevi guidare nel Web 2.0 da danah boyd

Esistono personalità geniali che si guadagnano (nel Web ma non solo) l’appellativo di guru: una di queste è danah boyd (mi raccomando il nome è da scriversi rigorosamente in minuscolo).Appassionata, “geek-girl”, ricercatrice, consulente per Microsoft e decisamente “media guru”.L’obiettivo di tale segnalazione vuole essere sia quello di fornirvi, nel caso non la conosceste già un’utile

Esistono personalità geniali che si guadagnano (nel Web ma non solo) l’appellativo di guru: una di queste è danah boyd (mi raccomando il nome è da scriversi rigorosamente in minuscolo).

Appassionata, “geek-girl”, ricercatrice, consulente per Microsoft e decisamente “media guru”.

L’obiettivo di tale segnalazione vuole essere sia quello di fornirvi, nel caso non la conosceste già un’utile risorsa e (perché no) quello di scambiarsi qualche informazione su altri grandi interpreti del mondo moderno.

Per prima cosa vi segnaliamo il suo sito ufficiale: ricco di informazioni, spunti e (soprattutto) articoli e dissertazioni su 2.0, SNSs, socialità e Web e molto, molto altro.

La quasi totalità dei prodotti della boyd è sempre disponibile, in maniera del tutto gratuita sul suo sito ufficiale, cosa assolutamente encomiabile se si considera il valore scientifico e anche didattico che certi documenti possiedono.

Le sue aree di interesse (e di intervento) sono molteplici, anche se un occhio privilegiato è verso i settori dell’educazione e della formazione.

Un’occhiata veloce ai suoi ultimi lavori ci fornisce subito un quadro generale degli argomenti trattati: SNSs in ambiti educativi, il ruolo dei SNSs per i giovani, come mai sono così amati, e via dicendo.

Il suo blog, invece, apophenia, fotografa in modo preciso, accurato e aggiornato la realtà e i mutamenti culturali e sociali in cui siamo quotidianamente immersi.

Per il fronte eventi segnaliamo che la boyd sarà presente ad Urbino, al convegno Modernity 2.0 nei giorni che vanno dal 28 giugno al 5 luglio 2009.

Insomma detto nel nostro linguaggio: un “feed” da sottoscrivere. Non siete d’accordo?

Ti potrebbe interessare