QR code per la pagina originale

nVidia conferma il comportamento sleale di Intel

,

Dopo la dichiarazione di AMD sulla sentenza della Commissione Europea che ha inflitto ad Intel una multa da 1,06 miliardi di euro, anche nVidia conferma il comportamento sleale dell’azienda di Santa Clara.

Questa volta ad essere penalizzato non è un processore, ma la piattaforma Ion, di cui la GPU integrata GeForce 9400M> rappresenta il componente principale.

L’amministratore delegato di nVidia, Jen-Hsun Huang, ha infatti dichiarato che la strategia commerciale di Intel utilizzata per la vendita del processore Atom è anticoncorrenziale.

I produttori di netbook e nettop sono “costretti” ad acquistare il bundle CPU-northbridge-southbridge ad un prezzo di 25 dollari, in quanto il solo processore Atom viene offerto a 45 dollari.

È evidente dunque che la diffusione di Ion venga ostacolata: nessun produttore scarterebbe northbridge e southbridge di Intel per abbinare Atom al chipset nVidia. Il prezzo del prodotto finale sarebbe ovviamente più alto.

Un’altra tegola sulla testa di nVidia potrebbe arrivare con la prossima piattaforma mobile Pine Trail; infatti, il chip grafico GMA 950 sarà spostato all’interno del processore Pineview. Ciò dovrebbe impedire (questa volta a norma di legge) l’abbinamento con la GeForce 9400M, a meno che non sia possibile disattivare l’IGP di Intel.

nVidia, dopo essere stata esclusa da mercato dei chipset per Core i7/i5, potrebbe trovare difficoltà anche nel settore dei netbook/nettop. È questo il momento giusto per pensare alla progettazione di una CPU?