QR code per la pagina originale

Opera 10, pronta la beta release

Turbo boost per velocizzare il download delle pagine; motore grafico velocizzato; gestione delle tab migliorata; correttore automatico per i moduli online: Opera 10 apporta alcune interessanti funzioni nella nuova beta release appena rilasciata

,

Piccolo, ma arrembante: Opera Software conferma la vocazione del proprio browser rilasciando la versione beta della versione 10. Molte le novità, sebbene nessun cambiamento radicale venga insufflato nella beta in distribuzione. Oggi Opera ha un ruolo oltremodo scomodo: quello che prima era l’anti-Explorer per eccellenza, oggi vive tra Firefox e Chrome, cercando di farsi spazio in un mercato sempre più affollato.

Una promessa, su tutte: la velocità. In una competizione sempre più basata sulla reattività dei browser nell’apertura delle pagine e nell’esecuzione delle applicazioni “2.0”, Opera ha sentito la necessità di accelerare ulteriormente le proprie performance. Sebbene i dati sull’argomento siano sempre opinabili, in questo caso Opera Software sbandiera un +40% nelle performance del motore grafico Presto 2.2, il che va ad aggiungersi a tutte le altre novità incluse nella release ribattezzata “Peregrine”.

La beta di Opera 10 annovera inoltre:

  • Opera auto update
    Dalla versione 10 in poi Opera sarà in grado di autoaggiornarsi senza la necessaria interazione da parte dell’utenza. Tale opzione di default può comunque essere disattivata in seguito ad azione manuale;
  • Opera crashlogging tool
    Strumento di report in grado di inviare le circostanze in cui è avvenuto un crash, così da informare il team Opera delle eventuali cause che possono portare il browser ad interruzioni non desiderate;
  • Opera inline spelling checker
    Il browser è in grado di monitorare e segnalare parole scritte in modo errato anche all’interno di moduli, mail ed altri campi di testo in via di compilazione (dizionario US incluso di default);
  • Opera Turbo
    Il browser è in grado di accelerare i tempi di navigazione qualora la connessione non fosse particolarmente performante. Per raggiungere l’obiettivo il browser compie vere e proprie compressioni sui dati ottenendo risultati sensibili nelle tempistiche di apertura delle pagine;
  • Interfaccia
    Piccole modifiche non sostanziali all’iterfaccia e possibilità di ridimensionamento del campo di ricerca
  • Opera Tab Bar thumbnails
    Nuovo sistema di scorrimento tra le tab sfruttando le thumbnails per visualizzare istantaneamente il contenuto ed il riferimento di ogni singola tab;
  • Speed Dial potenziato
    All’apertura di una nuova tab è possibile visualizzare alcune scelte rapide, tipicamente impostate su 9 spazi predeterminati; da Opera 10 in poi il numero di tali scelte è personalizzabile (4, 9, 16 e 25 tab possibili), rendendo così il “desktop” del browser maggiormente ampio ed utile;

L’insieme delle modifiche introdotte in Opera 10 è disponibile sull’apposita pagina di changelog. Ulteriori dettagli sono stati sviscerati sul blog dell’Opera Desktop Team. Il download della beta release di Opera 10 è disponibile sul sito ufficiale (6.6 MB).