QR code per la pagina originale

Google Squared: la risposta a Bing… in tabelle

,

Dopo l’introduzione di Wolfram Alpha e il nuovo motore di ricerca di Microsoft, Bing, in molti hanno subito gridato al declino e alla vecchiaia di Google.

Ma ovviamente, il gigante di Mountain View non sta a guardare e oggi ha presentato quello che si può considerare un primo tentativo di innovare il modo in cui gli utenti cercano e trovano le informazioni su Internet.

Infatti, tramite un post sul blog ufficiale è stata presentata la versione beta del servizio Google Squared.

La novità è nel modo in cui vengono presentati i risultati di una ricerca. Essi vengono organizzati in una tabella che mostra i “fatti” relativi alla chiave utilizzata. Per esempio cercando la parola “hotel paris” ci sarà proposta una tabella che contiene un elenco di hotel, con la relativa fotografia, l’indirizzo, i servizi che offre e il prezzo, rendendo la ricerca di un hotel e il confronto tra le varie possibilità molto più semplice e immediato. Le colonne sono personalizzabili dall’utente che può aggiungerle o toglierle a seconda delle sue necesità.

Inoltre, cliccando su una cella dei risultati, verranno visualizzate le risorse da cui Google ha attinto i dati.

Questo tipo di ricerca, molto frequente ma altrettanto complicata, vista la difficoltà nel collezionare i dati che si trovano man mano, non è di facile automazione e questo di Google è solo un primo tentativo. Per molte chiavi di ricerca infatti, Squared non riesce ancora a costruire in modo automatico la tabella con i fatti rilevanti, ma viene chiesto all’utente di specificare cosa gli interessa visualizzare.

Siamo di fronte ad una rivoluzione nel campo degli search engine? Forse, ma sta di fatto che trovare alcuni tipi di informazioni e confrontarle, da oggi sarà molto più semplice.