Metal Gear Solid: Peace Walker spiegato da Kojima

Il producer di Konami racconta il suo nuovo progetto

Dopo la presentazione avvenuta nel corso dell’E3 2009, è ora possibile dare uno sguardo più approfondito al nuovo Metal Gear Solid: Peace Walker, grazie ad uno speciale apparso sulla rivista giapponese Famitsu.

Il titolo sarà ambientato verso la metà degli anni ’70, in Costa Rica, quando un gruppo di potere sconosciuto tenterà di impossessarsi del paese. La missione di Snake, questa volta, sarà di creare una nuova forza militare con lo scopo di aiutare il paese a liberarsi dalla minaccia straniera.

Per quello che riguarda il gameplay, non è stato rivelato molto, se non il fatto che si ripresenterà la consueta giocabilità tipica della saga di Metal Gear, più una serie di nuove azioni ed abilità a disposizione del protagonista. Resta il dubbio sulla presenza o meno di una modalità multiplayer, alimentato da un’immagine in cui compaiono quattro differenti versioni di Snake intenti a combattere fianco a fianco.

L’ultima parte dello speciale, contiene un’intervista a Hideo Kojima, il quale spiega la genesi e l’idea di fondo di questo suo nuovo lavoro, oltre al suo ruolo di primo piano nella realizzazione del titolo. Metal Gear Solid: Peace Walker è davvero, nelle intenzioni del producer di Kojima Production, il quinto capitolo della serie, tanto che lo ha più volte definito Metal Gear Solid 5 PSP. Il tema portante sarà questa volta la pace e la possibilità di un mondo senza eserciti, senza guerre e senza la necessità di armi di distruzione di massa utilizzate anche solo come deterrenti.

Ti potrebbe interessare