Precipitano Wii e PS3, resiste la Xbox 360

Sony vede la propria PlayStation cadere del 59%. Nintendo mette in cassa una caduta del 45%. Microsoft, invece, vede galleggiare la Xbox 360 nonostante le difficoltà del comparto e la crisi economica che pesa sull’intera economia della videoludica

La crisi tocca anche il mondo dei videogiochi, ma non la Xbox 360. La console Microsoft va infatti in controtendenza riuscendo dove gli altri invece cadono pesantemente. I numeri esprimono con chiarezza l’incedere della crisi anche nel settore videoludico, con una caduta negli States del 31% rispetto ad un anno fa: 1.17 miliardi di dollari in entrata contro l’ammontare di 1.7 del secondo trimestre del 2008.

Mancano grossi titoli (in arrivo dopo l’estate), manca un traino vero e l’abbassamento della domanda determina i numeri riconsegnati da NPD Group. Ciò nonostante i risultati non sono omogenei in tutto il comparto. L’hardware, in particolare, piomba del 38% rispetto a un anno fa. Ma la caduta è tutta sulle spalle di Nintendo e Sony che vedono le relative Wii e PlayStation 3 sprofondare rispettivamente del 45% e del 59%. Microsoft, invece, può esultare: la console di Redmond vende 240.000 unità e rimane in linea con il trend di crescita maturato nei mesi passati.

Il lato software della videoludica perde il 29% nel trimestre, passando da 875.8 milioni del Q2 2008 a 625.7 milioni del Q2 2009. Da questa situazione ne esce bene Electronic Arts che posiziona 4 titoli nella top ten dei giochi più venduti e la Xbox 360 che mette il proprio brand in capo ai due titoli più venduti del trimestre: Prototype (420 mila unità) e UFC 2009 Undisputed (338 mila unità). Completa il podio EA Sports Active, esclusiva Nintendo Wii.

Anita Frazier, analista NPD responsabile dei rilievi statistici sul comparto, confida però un cauto ottimismo: la caduta complessiva nei primi 6 mesi dell’anno è stata del 12%, ma sta per arrivare il periodo migliore e ci sono segnali di ripresa impossibili da ignorare. Se le performance tornassero alte, l’anno potrebbe finire a crescita zero, e sarebbe già un buon risultato. Titoli quali FIFA 2010 o PES 2010, di prossima distribuzione, saranno quelli che potrebbero fare la differenza.

La Xbox 360, inoltre, ha ancora un jolly da giocarsi: «Phil Spencer, leader di Microsoft Game Studios, rivela una volta per tutte che, come si era immaginato da più parti, l’uscita di Natal sarà supportata da un massiccio lavoro di promozione per mezzo di titoli pensati esplicitamente per il nuovo sistema di controllo per Xbox 360». Una nuova, ennesima, vita per la Xbox 360 dunque: il nome “Natal” potrebbe non essere relativo soltanto al probabile periodo di approdo sul mercato.

Ti potrebbe interessare