QR code per la pagina originale

Italiani always-on, anche in vacanza

Gli italiani che hanno abbracciato la tecnologia sono pronti a portarsi appresso i propri device anche in vacanza. Il navigatore diventa il copilota, il cellulare aggiornerà i social network e le videocamere preparano il terreno agli upload su YouTube

,

Gli italiani hanno scoperto l’ebrezza della connessione e non riescono più a farne a meno, nemmeno in vacanza. L’indagine della Doxa, commissionata da Tom Tom ed estesa su un panel di 1000 italiani al di sopra dei 15 anni, evidenza come la tecnologia segua gli utenti anche in vacanza tramite telefonini, telecamere, navigatori e portatili. I telefonini, in modo particolare, sono la nuova frontiera per quell’Italia che, una volta scoperto il Web, intende portarselo appresso anche nei giorni di relax.

L’Italia di Facebook è anche l’Italia della tecnologia pervasiva: «niente più cartine stradali, rullini fotografici e cartoline. Un italiano su due (53,1%) è felice di non doverlo più chiedere informazioni grazie al navigatore. Il 45,1% è felice di poter scattare fotografie la cui qualità può controllare subito. La ricerca dei giornali italiani all’estero è una prassi abbandonata visto che si consultano su Internet». Secondo la ricerca, così come indicato dall’ADUC, il navigatore è il device considerato di maggiore utilità (il periodo vacanziero non può che potenziare questa sensazione tra gli utenti): «Al secondo posto viene l’iPod (28%) che conquista il 51,7% degli under 34, ma appena l’8,2% degli over 55. Terzo posto per NetBook e Pc portatili in genere (26%), quarto per Blackberry e smartphone (9,9%), quinto per le console di videogiochi portatili (8,8%)».

«Nella ricerca Doxa […] per il 59,4% degli intervistati il concetto classico di vacanza – riposarsi per staccare – è completamente demodé, la parola chiave è: rimanere connessi». La tecnologia sembra avere pertanto cambiato anche le abitudini del distacco, con il Web pronto ad essere strumento tanto di lavoro quanto di relax. Onnipresente ed onnicomprensiva per sua stessa natura, la tecnologia aggiunge pertanto nuovi dettagli al quadretto della famiglia in viaggio verso i litorali, con i navigatori a far da copilota ed i cellulari a tenere vivi i rapporti con la propria community quotidiana.

In questo quadro si stagliano i social network, pronti a diventare un diario sociale delle vacanze degli italiani “always-on”: milioni di utenti aggiorneranno i propri spostamenti tramite telefonino ed anche e soprattutto in Italia questa pratica è destinata a segnare un importante punto di rottura con il passato.