QR code per la pagina originale

Vulnerabilità in Windows: riavvio forzato per Vista ma non per Windows 7

,

Tempo di patch per Microsoft e tempo di potenziali rischi per gli utenti Windows, non basterebbero infatti le cinque patch che il colosso del software ha diffuso nelle scorse ore per fronteggiare una nuova e pericolosa vulnerabilità.

Microsoft si è trovata a far fronte ad una nuova e potenzialmente pericolosa minaccia per i propri sistemi, ovvero una falla “zero day” legata ad un bug nel Server Message Block.

Una vulnerabilità che sarà corretta nei prossimi giorni con un aggiornamento straordinario rispetto a quelli che sono i comuni “usi” di Microsoft, anche se il problema sembra essere ristretto solamente a Windows Vista e non, come si era ipotizzato in un primo tempo, anche al nuovo Windows 7.

Un equivoco forse nato del fatto che ad essere vulnerabile è la versione “Release Candidate” di Windows 7, una versione che non ha infatti beneficiato delle ultime modifiche e dei miglioramenti aggiunti alla versione definitiva, ovvero quella che non risentirà affatto del bug.

La comunicazione arriva dalla stessa Microsoft, che si è prodigata nel fare un elenco completo dei sistemi vulnerabili e di quelli che invece sono immuni ad eventuali attacchi. Un elenco dal quale si evince come ad essere al sicuro sono gli utenti di Windows 7 e Windows XP, mentre alcune distribuzioni di Windows Server 2008 sono potenzialmente a rischio.