Nel 2020 controlleremo i computer con le onde cerebrali

Mentre IBM studia come simulare con un chip il funzionamento del cervello umano e quindi realizzare computer cognitivi, Intel promette un futuro da fantascienza anche se un po’ inquietante.Nel 2020 non esisteranno più interfacce utente o dispositivi di input come mouse e tastiere: tutto sarà controllato direttamente dal nostro cervello.Le onde cerebrali non serviranno solo

Mentre IBM studia come simulare con un chip il funzionamento del cervello umano e quindi realizzare computer cognitivi, Intel promette un futuro da fantascienza anche se un po’ inquietante.

Nel 2020 non esisteranno più interfacce utente o dispositivi di input come mouse e tastiere: tutto sarà controllato direttamente dal nostro cervello.

Le onde cerebrali non serviranno solo per interagire con i computer, ma anche con televisori e cellulari. I ricercatori sono al lavoro per cercare i modi per leggerle attraverso sensori impiantati nel cervello delle persone.

Andrew Chien, direttore della ricerca sulle tecnologie future di Intel Labs, ha dichiarato:

Penso che gli esseri umani siano molto “adattativi”. Venti anni fa nessuno avrebbe voluto un computer sempre con sé. Oggi nessuno può fare a meno di notebook, netbook o smartphone. Anche se ci sono molte cose da fare, penso che impiantare chip nel cervello umano sia possibile.

Per gestire diversi dispositivi con le onde cerebrali, così come navigare sul Web con la forza del pensiero, il gruppo di ricerca formato da Intel, Carnegie Mellon University e University of Pittsburgh, decodificheranno l’attività del cervello umano attraverso la risonanza magnetica funzionale per determinare le variazioni del flusso sanguigno nelle aree del cervello attive quando le persone pensano alle parole o alle immagini.

L’obiettivo più vicino da raggiungere è la realizzazione di un sensore da inserire in una cuffia. Il passo successivo è lo sviluppo di un minuscolo sensore da impiantare direttamente nel cervello. Diventeremo tutti dei cyborg?

Ti potrebbe interessare
Verizon distribuisce Samsung Rogue
Google

Verizon distribuisce Samsung Rogue

Il palmare Samsung Rogue è ufficialmente in vendita sullo store Verizon Wireless. La caratteristica che più spicca mi pare possa essere individuata nell’ampio touchscreen da 3,1 pollici di tipo AMOLED, tecnologia che permette di ottenere immagini più definite e brillanti, in questo caso alla massima risoluzione di 480×800 punti.Una barra costituita da widget si presta

Marvell SheevaPlug: micro PC con cuore ARM
Web e Social

Marvell SheevaPlug: micro PC con cuore ARM

Esistono in commercio molte soluzioni hardware che permettono condividere i dati attraverso una rete LAN. Oltre all’utilizzo di un normale PC, si possono sfruttare le funzionalità evolute dei NAS, ma sono comunque prodotti molto costosi e dai consumi non proprio ridotti.Marvell ha presentato SheevaPlug, un piccolissimo PC racchiuso in uno chassis dalle dimensioni di un

DreamSpark: i tool di sviluppo Microsoft gratis per gli studenti
Microsoft

DreamSpark: i tool di sviluppo Microsoft gratis per gli studenti

Microsoft dimostra spesso una buona attenzione verso gli investimenti destinati agli studenti; in Italia, ad esempio, abbiamo parlato dei Microsoft Innovation Center che hanno già iniziato e continuano la loro attività formativa. Quest’altra iniziativa invece, DreamSpark, è rivolta ad 11 paesi tra i quali purtroppo l’Italia, almeno per il momento, non è inclusa.Si tratta della

Accordo con Dell: Google Desktop OEM
Business

Accordo con Dell: Google Desktop OEM

Dell porterà sui prossimi 100 milioni di pc in distribuzione il software Google preinstallato: Google Pack, Google Desktop, Google Toolbar. Prende forma l’armata anti-Microsoft ed in questa formazione Google rappresenta l’elemento nevralgico