Intel Light Peak sostituirà USB 3.0 nel 2011?

Intel non ha ancora annunciato quando integrerà nei suoi chipset il supporto per il recente standard USB 3.0, ma è certo che la prossima serie 6 per CPU a 32 nanometri includerà solo USB 2.0.Intanto l’azienda di Santa Clara torna a parlare della tecnologia Light Peak, che impiega la fibra ottica per raggiungere velocità di

Intel non ha ancora annunciato quando integrerà nei suoi chipset il supporto per il recente standard USB 3.0, ma è certo che la prossima serie 6 per CPU a 32 nanometri includerà solo USB 2.0.

Intanto l’azienda di Santa Clara torna a parlare della tecnologia Light Peak, che impiega la fibra ottica per raggiungere velocità di trasferimento dati fino a 10 Gbps.

È probabile che sia proprio questo il motivo del mancato supporto alla terza versione dello standard seriale, in quanto Light Peak è in grado di gestire diversi protocolli sulla stessa linea e dunque sostituire tutti gli attuali collegamenti USB, SATA, Firewire, DisplayPort ed Ethernet.

Kevin Kahn, senior company fellow di Intel, ha dichiarato durante l’IDF di Pechino:

Intel vede Light Peak come il successore di USB 3.0. Ci piacerebbe realizzare l’ultimo cavo di cui avrete bisogno

I piani di rilascio prevedono la disponibilità per i produttori di componenti entro il 2010, mentre i consumatori dovranno attendere il prossimo anno.

Light Peak consentirà di ridurre il numero di connessioni all’interno dei PC, ma anche semplificare il collegamento di dispositivi esterni. Alcuni rumor ne prevedono l’adozione sul futuro iPhone, per ridurre drasticamente i tempi di sincronizzazione con iTunes necessari con l’attuale USB 2.0.

Ti potrebbe interessare
Polizia Postale e PayPal insieme per la “Guida all’e-Commerce sicuro”
PayPal

Polizia Postale e PayPal insieme per la “Guida all’e-Commerce sicuro”

L’e-commerce è una pratica che sta crescendo sempre più in tutto il mondo, ma di pari passo crescono anche le truffe via internet sempre connesse allo shopping online. Come potersi difendere correttamente e riconoscere le attività oneste da quelle disoneste? A queste domande, assolutamente lecite, che si pongono migliaia di utenti ogni giorno in Italia,

L’energia necessaria per ogni ricerca Google
Web e Social

L’energia necessaria per ogni ricerca Google

Molti gruppi ambientalisti da tempo accusano i giganti del settore Internet per l’alto inquinamento da emissioni di CO2 e lo spreco energetico dovuto all’uso di gigantesche server farm, ormai tipiche di molti siti di successo. Google, come spesso accade, cerca di distinguersi dagli altri colossi e non solo per la propria sensibilità ambientalista, ma anche

Think (very) Different!
Software e App

Think (very) Different!

Certe cose sono difficili da dimenticare, e nel momento in cui ritieni ciò sia accaduto, ecco arrivare qualcosa in grado di riportarle alla memoria. Ho appreso da poco che il progetto X-Amiga è giunto al termine. Si tratta in pratica di un ambiente Linux ridotto ai minimi termini nel quale farci girare UAE, il famoso