QR code per la pagina originale

Facebook avvia il login controllato

Facebook ha introdotto nel network il cosiddetto Account Security, un metodo di notifiche che permette di sapere se nuovi device tentano di accedere al proprio account senza averne debita autorizzazione. Proteggere il login significa proteggere l'identità

,

Cosa intenda, possa o desideri fare Facebook per tutelare la privacy degli utenti ancora non chiaro: una riunione di massa è stata organizzata nella giornata di ieri per discutere il tema e al momento nulla è trapelato dalle mura dell’azienda. Quel che è chiaro, invece, è che in attesa di proteggere la privacy il team intenda muoversi per proteggere almeno la sicurezza degli utenti. Partendo dal login.

Due aspetti sono importanti su Facebook: l’identità degli utenti e le connessioni che tracciano sul network. Mentre le seconde sono al centro del fuoco incrociato di chi vede in Facebook una minaccia continua alla privacy per il modo in cui rende pubbliche le attività dei suoi account, le prime sono invece qualcosa di fondamentale poichè certifica tutto quel che segue: salvaguardia delle informazioni, veridicità delle stesse e controllo sulle medesime. Per certificare l’identità un aspetto su tutti è importante: la procedura di login, l’immissione dei dati di accesso e la garanzia per cui nessun altro acceda al medesimo account senza autorizzazione.

Facebook a tal fine ha messo a punto un sistema di sicurezza nuovo ed ulteriore avente finalità di verifica. Il cosiddetto “Account Security“, infatti, consente di ricevere notifiche nel caso in cui qualche nuovo device tenti di accedere all’account. È chiaro, infatti, come gli utenti accedano al network in molti casi utilizzando il medesimo pc, il medesimo laptop o il medesimo cellulare: se nuovi device accedono al network significa che probabilmente qualcosa non va e qualcuno sta probabilmente tentando di sbirciare dove non dovrebbe.

Facebook Account Security

Facebook Account Security

La procedura prevede dapprima di registrare il device in uso. Si può decidere inoltre il sistema desiderato per il recepimento delle notifiche, con la possibilità di scegliere tra email ed SMS. Una volta completato il tutto, al ricevimento di una notifica sospetta è possibile accedere al sistema e bloccare l’accesso indesiderato salvaguardando l’integrità del proprio account.

Il sistema delle notifiche sembra essere abilitato fin da subito anche sulla versione italiana del network, ma al momento non viene indicato alcun dettaglio circa la possibilità di scelta per le notifiche. I casi son due: o gli SMS non verranno abilitati nel nostro paese (come già successo in casi similari con Google), oppure l’Account Security deve ancora essere messa a punto nella sua completezza.