Nuovi hotspot WiFi al Policlinico Umberto I, polemiche per l’elettrosmog

Spesso la tecnologia si deve scontrare con problemi etici e morali e ancora prima con la salute dei cittadini. L’inaugurazione di 14 hotspot WiFi installati al Policlinico Umberto I di Roma, con una copertura sia inside che outside della struttura, ha suscitato nei giorni scorsi l’ira dei comitati romani che reputano la scelta dannosa per

Spesso la tecnologia si deve scontrare con problemi etici e morali e ancora prima con la salute dei cittadini. L’inaugurazione di 14 hotspot WiFi installati al Policlinico Umberto I di Roma, con una copertura sia inside che outside della struttura, ha suscitato nei giorni scorsi l’ira dei comitati romani che reputano la scelta dannosa per i pazienti della struttura.

In una nota scritta da Giuseppe Teodoro, coordinatore dei comitati anti-elettrosmog si legge:

Prendiamo le distanze da una iniziativa che reputiamo imprudente e irresponsabile, con cui vengono diffuse, in un luogo deputato alle cure sanitarie, numerose sorgenti di inquinamento elettromagnetico, contraddicendo la natura e la missione di una struttura istituita per occuparsi di assistere e guarire i malati e non, piuttosto, per accrescere gli elementi di rischio per la salute pubblica.

Partendo dal presupposto che la salute dei pazienti dovrà essere garantita con verifiche opportune, i vantaggi e benefici che la rete apporterà sono numerosi. I degenti potranno avere accesso a servizi di assistenza a distanza direttamente nelle loro camere, verrà inoltre agevolata la comunicazione sia tra medico e ammalato, sia tra strutture ospedaliere diverse. In futuro verranno inoltre integrati servizi personalizzati atti a migliorare la qualità del servizio ospedaliero percepito sia dai pazienti che dai familiari.

Polemiche a parte sta di fatto che con quelli inaugurati al Policlinico salgono a 254 i punti di accesso ad Internet gratis e senza fili installati fino ad oggi dall’amministrazione provinciale: 158 nella Capitale e 96 nella provincia e saranno 500 entro la fine dell’anno. A detta del presidente della provincia Zingaretti, il progetto Provincia WiFi che mira ad una copertura al 100% della provincia romana, sta godendo di splendida forma e i fatti sembrano confermare l’ottimismo.

Ti potrebbe interessare