L’ultra banda larga di Telecom Italia parte da Catania

“Le nuove reti in fibra ottica non saranno un’esclusiva del Nord Italia o delle grandi città”, parola di Franco Bernabè, AD Telecom, che ha partecipato all’evento “Catania 100 Mega” dove è stato dato il via ai lavori di cablatura della bella città Siciliana che entro il 2011 vedrà raggiungere 34 mila unità abitative (quartieri di

“Le nuove reti in fibra ottica non saranno un’esclusiva del Nord Italia o delle grandi città”, parola di Franco Bernabè, AD Telecom, che ha partecipato all’evento “Catania 100 Mega” dove è stato dato il via ai lavori di cablatura della bella città Siciliana che entro il 2011 vedrà raggiungere 34 mila unità abitative (quartieri di Borgo e Ognina) dall’ultra banda larga a 100 Mbit di Telecom.

Entro il 2012 inoltre, Telecom si prefigge di arrivare a 46 mila unità abitative per terminare poi i lavori di cablatura del territorio comunale nel 20103. Catania dunque dopo Roma e Milano vedrà attivata la sperimentazione dell’ultra banda larga entro poche settimane; ricordiamo infatti che Telecom ha dichiarato che entro fine anno vuole dotare 6 città della connettività di nuova generazione.

A Catania seguiranno presto Bari, Venezia e Torino. Dichiara Bernabè:

Telecom Italia vuole essere il motore dell’innovazione sul territorio. La competitività di un sistema territoriale È infatti sempre più legata alla sua capacità di vivere in rete, di sviluppare i suoi nuovi usi e le nuove economie. La realizzazione di infrastrutture ultrabroadband e soprattutto la diffusione dei servizi che esse abilitano possono dare un impulso importante ad una crescita economica sostenibile e al miglioramento della qualità della vità.

Prosegue dunque in solitaria il progetto di Telecom per le NGN, anche se ancora oggi non è chiaro se davvero la prima offerta commerciale partirà per fine anno e in cosa consisterà.

Ti potrebbe interessare