Castle sarà il nome della piattaforma cloud di Apple?

La piattaforma cloud di Apple per lo streaming di contenuti multimediali, musica in primis, potrebbe chiamarsi Castle. L’indiscrezione arriva dalle pagine del blog francese Consomac, grazie all’attenta analisi di alcuni sviluppatori del codice contenuto nella più recente anteprima di Mac OS X Lion.Non iCloud, come suggerito dal dominio acquisito la scorsa settimana, bensì Castle dovrebbe

La piattaforma cloud di Apple per lo streaming di contenuti multimediali, musica in primis, potrebbe chiamarsi Castle. L’indiscrezione arriva dalle pagine del blog francese Consomac, grazie all’attenta analisi di alcuni sviluppatori del codice contenuto nella più recente anteprima di Mac OS X Lion.

Non iCloud, come suggerito dal dominio acquisito la scorsa settimana, bensì Castle dovrebbe dunque essere il nome in codice scelto dall’azienda per il nuovo servizio. Ulteriori rumor suggeriscono che si tratta di un’abbreviazione effettuata di recente: nelle intenzioni originali, il nome completo della piattaforma sarebbe stato Newcastle.

Più nel dettaglio, la notizia proveniente dalla Francia parla di porzioni di codice che riportano le frasi “Complete your Castle upgrade” (“Completate l’aggiornamento di Castle”) e “Click OK to open System Preferences and complete your upgrade from MobileMe to Castle” (“Effettuare un click su OK per aprire le Preferenze di Sistema e completare l’aggiornamento da MobileMe a Castle”).

Apple parlerà apertamente di questa novità, molto probabilmente, nel corso del WWDC 2011 in scena a giugno, presentando le migliorie introdotte per quanto riguarda la fruizione dei contenuti musicali sui dispositivi appartenenti alle famiglie Mac OS X e iOS.

Ti potrebbe interessare
Liquida: l’aggregazione per guadagnare… e far guadagnare?
Web e Social

Liquida: l’aggregazione per guadagnare… e far guadagnare?

Liquida.it, attualmente in versione beta, si presenta come piattaforma e come magazine per l’aggregazione dei contenuti generati dai blogger italiani, aspirando a far emergere quelli migliori. Il suo amministratore delegato, Andrea Santagata, ha significative esperienze di Web e Web marketing, essendo stato co-fondatore della piattaforma blog Splinder e avendo poi lavorato per Libero.it e come

Comiqs: e creare fumetti è un gioco
Imaging

Comiqs: e creare fumetti è un gioco

Con Comiqs potrete creare fumetti e animazioni personalizzate partendo dalle vostre fotografie. Cosa ha di comodo? Che non necessita di nessun software aggiuntivo per la creazione di fumetti e strisce: tutto viene realizzato online, in pieno stile Web 2.0. Dove? Sul sito ufficiale ovviamente.