iPhone 4: addio ai bumper

Quando si attende il lancio di un nuovo prodotto di Apple, uno dei segnali più evidenti dell’imminente arrivo è l’analisi degli stock. Per qualsiasi prodotto presentato negli ultimi anni, e in particolare per gli iDevice, le scorte dei modelli precedenti e dei loro accessori hanno iniziato a scarseggiare a poche settimane dall’upgrade. Non stupisce, perciò,

Quando si attende il lancio di un nuovo prodotto di Apple, uno dei segnali più evidenti dell’imminente arrivo è l’analisi degli stock. Per qualsiasi prodotto presentato negli ultimi anni, e in particolare per gli iDevice, le scorte dei modelli precedenti e dei loro accessori hanno iniziato a scarseggiare a poche settimane dall’upgrade. Non stupisce, perciò, che Cupertino abbia deciso di abbandonare i bumper per iPhone 4.

Le singolari custodie erano state introdotte lo scorso anno a seguito dell’esplosione dell’AntennaGate. Utilizzando l’apposita custodia, infatti, si evita di entrare in diretto contatto con l’antenna integrata del melafonino compromettendone la ricezione. Un fatto, questo, che aveva spinto Cupertino a distribuire per un primo periodo i case in forma gratuita.

Con l’ormai prossimo arrivo di iPhone 5, è ovvio constatare come gli accessori di iPhone 4 dovranno cedere il passo ai loro successori e, a quanto pare, questo processo sarebbe già iniziato: gli stock sarebbero ormai al minimo e Cupertino non sarebbe affatto orientata ad aumentarne le scorte. È improbabile, tuttavia, che iPhone 4 scompaia dal mercato, perché si vocifera che verrà offerto in versione 8 GB a fianco dei futuri fratelli maggiori: se così fosse, l’eliminazione dei bumper starebbe a indicare che i problemi d’antenna sono stati definitivamente risolti.

La custodia targata Mela, però, offre anche altri indizi sicuramente più gustosi. La decisione di Apple di eliminare i bumper lascia intendere come il prodotto non abbia alcuna applicazione futura. E, questo, sta solo a indicare un profondo cambio estetico del Melafonino, visto che appare assodato come non rientri per dimensioni nei bumper ora in vendita. Il tutto, con buona pace di tutti quegli utenti che hanno acquistato da poco un melafonino o che vorrebbero acquistarne uno di quarta generazione a breve.

Ti potrebbe interessare
Google Maps introduce le condizioni meteo
Google

Google Maps introduce le condizioni meteo

Da semplice piattaforma per la consultazione di mappe e indicazioni stradali, Google Maps si è trasformata nel tempo in un vero e proprio strumento che racchiude una grande quantità di informazioni utili: dal traffico alle immagini di Street View, fino alla più recente introduzione riguardante il meteo.

Google rebrand: nasce il Display Network
Business

Google rebrand: nasce il Display Network

Google ha annunciato la nascita del cosiddetto “Google Display Network” per facilitare il rapporto tra l’utenza e le offerte di display advertising disponibili tra le proprietà di Mountain View. Nessuna novità specifica, quindi, ma uno strategico rebrand