Yahoo offre un Cocktail agli sviluppatori

Yahoo annuncia una nuova tecnologia denominata Cocktail per sviluppare applicazioni web indipendentemente dal sistema operativo.

Yahoo ha annunciato una nuova tecnologia pensata per la comunità degli sviluppatori web. Il suo nome è Cocktails e include, per adesso, il framework Mojito per applicazioni JavaScript e la piattaforma Manhattan per la distribuzione su diversi dispositivi delle applicazioni basate su Mojito. Cocktails è già stata utilizzata per realizzare Livestand per iPad.

Il termine Cocktails è stato scelto per indicare un miscuglio di diversi linguaggi e standard tipici del web, come JavaScript, HTML5 e CSS3, a cui si aggiungono le tecnologie YUI e YQL di Yahoo. Mojito, in particolare, è un framework che consente di scrivere applicazioni JavaScript lato server e lato browser. Gli sviluppatori non dovranno più scrivere codice differente per il backend server e per il frontend browser, in quanto le applicazioni Mojito sono in esecuzione solo sul server e, quindi, non è più necessario abilitare l’esecuzione del codice JavaScript sul browser.

Mojito rappresenta dunque un’evoluzione degli attuali standard web. Le applicazioni possono essere eseguite in un browser, in un ambiente ibrido nativo/web e su un server, grazie a YUI for Cocktails, un framework JS/CSS open source, e YQL for Cocktails, la piattaforma per le query basata su un linguaggio SQL-like.

Yahoo! Manhattan, invece, è un ambiente di hosting lato server che permette la distribuzione delle applicazioni Mojito in esecuzione su Yahoo Cloud. Gli sviluppatori possono gestire differenti versioni della stessa applicazione e portarla su diversi dispositivi mobile, anche su quelli non compatibili con JavaScript, e indipendentemente dal sistema operativo.

Ti potrebbe interessare