QR code per la pagina originale

Nuovo Mac Pro con Intel Xeon E5 e Thunderbolt

Emergono le specifiche tecniche di Mac Pro: processore Intel Xeon E5 con architettura Sandy Bridge, USB 3.0 e connettività ThunderBolt.

,

Dopo la conferma di ieri sull’arrivo dei nuovi Mac Pro, iniziano a trapelare sul Web le possibili specifiche tecniche. E il desktop professionale targato Mela farà un salto di livello non da poco, considerando come non venga aggiornato dall’estate del 2010. Tra le novità, un processore Intel Xeon E5 e la connettività Thunderbolt.

A rivelare l’indiscrezione sono MIC Gadget e Cult Of Mac, sulla base di alcune soffiate da fonti non svelate. Per questo motivo, i rumor vanno presi come plausibili ma non ancora certi: per la sicurezza di quanto affermato, bisognerà aspettare la prossima settimana per la conferenza WWDC dell’11 giugno.

Mac Pro sarà dotato di USB 3.0, porte ThunderBolt e di un processore Intel Xeon E5 possibilmente a 8 core, anche se l’architettura rimarrà Sandy Bridge anziché la nuova Ivy Bridge. A quanto pare, la progettazione a 32 nanometri di Sandy Bridge risponderebbe meglio alle esigenze di calcolo e consumo di una macchina così potente. Nessun dettaglio, invece, sulla quantità massima di RAM installabile – si parla di frequenze a 1.600 mhz per 8 linee utilizzabili – e della scheda grafica di default.

Novità, tuttavia, arrivano dalla scheda logica e dalla connettività SATA integrata per gli SSD e per le PCIE:

«La connettività SATA III/SAS è ora nativa, un fattore perfetto per i drive a stato solito. Ci si aspetta che Apple offra dei drive a stato pari a quelli ora disponibili, ma comunque SATA II non sarà più un collo di bottiglia. Per i drive di boot vi sono notizie molto buone, con velocità di 6GB/s.

Bisogna attendersi anche PCIE3 come nativa. Per i sistemi RAID, le schede grafiche (professionali o meno) sarà molto meglio di PCIE2 per ragioni di scaling, anche se non garantirà migliori performance in ogni situazione. Bisogna attendersi anche 40 linee per socket, anziché 36 della precedente generazione.»