Amazon Fire Phone, cloud storage illimitato

Amazon regala al suo primo smartphone, Amazon Fire Phone, un servizio di cloud storage gratuito e illimitato per le fotografie scattate.

Parliamo di

C’è una piccola caratteristica che più di ogni altra potrebbe dare una svolta al mercato del nuovo Amazon Fire Phone. Si tratta dell’abbinamento tra una fotocamera prestigiosa e la capacità di archiviare nel cloud ogni singolo scatto effettuato. Con una postilla che rende del tutto unica l’offerta: tutto gratis e senza limiti.

Amazon Fire Phone
Vedi tutte le immagini

Amazon non è certo la prima azienda ad offrire un servizio di cloud storage delle fotografie che possa fungere da archivio e backup degli scatti nel tempo. Tutte le offerte sono però limitate, improntate quindi a un modello di business differente: il cloud è considerato come un elemento aggiuntivo di business, sfruttato come commodity solo per pochi GB e poi monetizzato a fronte di piccole cifre annuali. Per Amazon il modello è differente: avendo già forti investimenti nel cloud, preferisce utilizzare le proprie infrastrutture per creare un valore aggiunto al dispositivo invece che cercare la monetizzazione a tutti i costi. E l’utenza non può che apprezzare.

A giovarne maggiormente è l’esperienza d’uso, priva completamente di frizioni. A differenza di iOS (con iCloud) e di Windows Phone (con OneDrive), nonché di Android (con Google+), Fire OS porta le immagini nel cloud senza che l’utente debba scegliere o impostare alcunché, ma soprattutto senza che ci si debba preoccupare di quanto materiale sia stato messo da parte nel tempo. La possibilità di agire senza limitazioni e senza lo spauracchio della spesa aggiuntiva permette di vivere la fotocamera del Fire Phone in modo più libero e leggero, con tutta la piacevolezza del sentirsi assistiti e tutelati.

Il telefono ha un pulsante per l’accesso diretto alle foto, un obiettivo di qualità e uno spazio di backup gratuito e senza limiti: la scommessa sulla fotografia è pertanto marcata, delineando uno specifico tipo di esperienza d’uso che va a connotare il futuro posizionamento dello smartphone sul mercato. E sebbene al momento lo smartphone sia promesso ai soli Stati Uniti, la scelta dello storage illimitato non potrà che spingere anche i produttori rivali a scelte similari.

Se l’offerta Amazon prenderà piede, insomma, per iCloud e OneDrive la pressione al rialzo sarà immediata: un’offerta cloud di pochi GB potrebbe presto essere avvertita come un limite poco tollerabile ed un innalzamento della soglia del gratuito è pertanto tutto fuorché una chimera. Anche e soprattutto a questo serve la concorrenza.

Ti potrebbe interessare