Tesla Model S “D”, 4×4 e pilota automatico

Trazione integrale e tecnologia di assistenza alla guida per la variante “D” della Tesla Model S: ecco le novità presentate dalla società di Elon Musk.

Parliamo di

La scorsa settimana Elon Musk ha anticipato l’arrivo di un’importante novità per quanto riguarda Tesla Motors, facendo riferimento ad un misterioso “progetto D”. Nella notte, a qualche giorno di distanza dal Salone di Parigi, l’annuncio con un evento andato in scena a Los Angeles: si tratta di una nuova versione della Tesla Model S, chiamata P58D, che introduce due novità particolarmente interessanti.

La prima riguarda la trazione integrale. La lettera “D” sta infatti ad indicare Dual Motor, ovvero la presenza di un secondo motore elettrico nella parte anteriore. Questo va ad aumentare le prestazioni (da 0 a 100 Km/h in 3,2 secondi) e l’efficienza del veicolo, senza inficiarne l’autonomia. Una mossa di questo tipo aiuterà inoltre l’automaker a meglio penetrare in quei mercati dove si preferiscono le 4×4, a causa delle temperature particolarmente rigide o delle condizioni problematiche in cui versa la rete stradale. Queste le parole di Musk.

Tutti i sistemi AWD oggigiorno in commercio sono meccanicamente collegati con un albero. È l’equivalente dell’analogico, mentre il nostro è un sistema digitale.

Tesla Model S con tecnologia Dual Motor e Pilota Automatico
Tesla Model S con tecnologia Dual Motor e Pilota Automatico

L’altra novità riguarda l’integrazione della tecnologia Pilota Automatico, che in qualche modo avvicina la Model S alle self-driving car. Non un sistema paragonabile a quelli sviluppati da Google, BMW o VisLab (l’attuale legislazione non lo permette), ma più simile alle alternative di Mercedes-Benz e Lexus per l’assistenza alla guida. Il conducente sarà ad esempio in grado di scendere dall’auto e lasciare che le manovre per il parcheggio vengano effettuate in modo del tutto automatico, così come di richiamare la vettura da remoto con un’applicazione sullo smartphone. Ancora, sulle strade a scorrimento veloce sarà possibile cambiare autonomamente corsia con la semplice pressione di un pulsante.

Da precisare che alcune delle funzionalità relative al Pilota Automatico saranno introdotte nel corso dei prossimi mesi, mediante il rilascio di aggiornamenti per il firmware della vettura. La commercializzazione del nuovo modello prenderà il via nel febbraio 2015. Già confermati i prezzi delle tre varianti: la P85D da 691 cavalli (velocità massima 250 Km/h) sarà in vendita a 120.170 dollari (15.000 dollari in più della versione FWD), la 60D a 89.570 dollari e la 85D a 97.570 dollari.

Ti potrebbe interessare
2K Sports presenta Major League Baseball 2K10
Console

2K Sports presenta Major League Baseball 2K10

2K Sports ha annunciato la prossima uscita di Major League Baseball 2K10, su Wii, PlayStation 3 e Xbox 360, attraverso il rilascio di un trailer che punta tutto sul dimostrare come il titolo non abbia concorrenti nel rendere in modo realistico i match di uno degli sport più amati negli Stati Uniti.

ATI parla (male) della GPU GTX 200 di nVidia
ati nvidia schedagrafica

ATI parla (male) della GPU GTX 200 di nVidia

Lo scontro tra le due principali case produttrici di chip grafici da qualche tempo avviene, oltre che attraverso il lancio di nuovi prodotti, anche sul piano verbale.Questa volta la discussione riguarda le differenti scelte architetturali adottate da ATI e nVidia per la realizzazione delle schede video di fascia alta.Come è noto, le nuove GeForce GTX

Centrino 2 va a braccetto con SSD
intel

Centrino 2 va a braccetto con SSD

Secondo indiscrezioni circolanti in Rete, Intel sarebbe pronta a includere nella nuova piattaforma Centrino 2, nome in codice Montevina, unità di archiviazione di tipo SSD.La piattaforma Montevina sarà caratterizzata da processori Intel Core 2 Duo a 45 nanometri abbinati a chipset GM45, GM47 e PM45 (GM45 e GM47 integreranno grafica DX10 grazie al core grafico

Adobe rilascia la versione alpha di Apollo
Software e App

Adobe rilascia la versione alpha di Apollo

In giornata Adobe ha rilasciato la versione alpha del suo nuovo programma per la creazione di Rich Internet Applications sul desktop. Disponibile gratuitamente sia l’Apollo SDK, sia l’Apollo runtime. Permetterà di realizzare Rich Internet Applications