Blocks, primo smartwatch modulare al mondo

Blocks è uno smartphone che può essere assemblato collegando diversi moduli, ognuno dei quali svolge una determinata funzionalità.

Una startup inglese ha progettato Blocks, il primo smartwatch modulare al mondo, per il quale Google aveva mostrato un certo interesse. Per sostenere la produzione del gadget è stata avviata una raccolta fondi su Kickstarter che ha già riscosso un notevole successo. In meno di 56 minuti è stato infatti raggiunto l’obiettivo prefissato, ovvero 250.000 dollari. In questo momento, la somma è oltre i 550.000 dollari. Blocks permette di creare il proprio smartwatch preferito, scegliendo i singoli moduli in base alle funzionalità cercate.

La configurazione base dello smartwatch prevede il quadrante, denominato core o watchface, e il cinturino. Dietro al display touch a colori da 1,35 pollici (360×360 pixel) sono nascosti i classici componenti di un orologio digitale: processore Snapdragon 400, 512 MB di RAM, 4 GB di storage, batteria da 400 mAh, accelerometro, moduli WiFi 802.11b/g/n e Bluetooth 4.1, microfono e motore a vibrazione per il feedback aptico. L’utente può visualizzare le notifiche delle chiamate ricevute dallo smartphone (Android e iOS) e i messaggi, tracciare l’attività fisica e la qualità del sonno, registrare memo vocali. Il telaio, realizzato in plastica dura, è resistente a urti, graffi e spruzzi d’acqua (certificazione IP67).

Per aggiungere ulteriori funzionalità è sufficiente collegare i moduli. Il numero minimo è 3 o 4, in base alla circonferenza del polso (maggiore o minore di 150 millimetri). Al momento sono disponibili cinque moduli: Extra Battery (20% in più di autonomia), Heart Rate (cardiofrequenzimetro), GPS, NFC (pagamenti contactless) e Adventure (sensori di temperatura, pressione e altitudine). Altri moduli in sviluppo sono GSM, impronte digitali, LED e pulsante programmabile. In futuro è prevista la progettazione dei moduli per fotocamera, memoria flash, qualità dell’aria e livelli di stress (sensore galvanico). I moduli possono essere sostituiti e aggiunti “a caldo”. Il perno di fissaggio è in metallo.

Blocks smartwatch

L’interfaccia è stata sviluppata da una software house (non si conosce il nome) che annovera tra le sue file alcuni ex ingegneri Google. La piattaforma è open source, quindi i moduli possono essere progettati da aziende e sviluppatori di terze parti. Gli utenti troveranno tutti i moduli sul Blockstore. La startup inglese ha previsto la realizzazione di una versione con quadrante rettangolare. Il prezzo di Blocks varia tra 195 e 285 dollari.

Ti potrebbe interessare