Audi h-tron quattro, una concept car a idrogeno

600 Km di autonomia, da 0 a 100 Km/h in meno di sette secondi e ricarica in quattro minuti: è la concept car a idrogeno di Audi presentata a Detroit.

Parliamo di

Il futuro della mobilità passa da Detroit, dai padiglioni dell’Auto Show. È lì che i produttori stanno presentando vetture e concept dall’elevato potenziale innovativo, come nel caso della Audi h-tron quattro, un veicolo a idrogeno con autonomia di circa 600 Km e in grado di passare da 0 a 100 Km/h in meno di sette secondi. Ancora più notevole, il “pieno” si fa in soli quattro minuti.

Lasciando da parte le performance motoristiche, risulta interessante analizzare la tecnologia a bordo: sono presenti alcuni display OLED curvi posizionati sul cruscotto, che mostrano tutte le informazioni relative all’infotainment, da quelle per la navigazione stradale ai dati sull’auto, fino alla gestione dei contenuti multimediali. Anche gli altri controlli come quelli relativi all’impostazione della temperatura nell’abitacolo sono touch. Il resto degli interni è spazioso e caratterizzato da uno stile marcatamente hi-tech. Trattandosi di un concept, non è destinato a raggiungere il mercato, almeno non in questa forma e non nel breve periodo.

Come già detto, sono l’autonomia e i tempi di attesa per riempire le fuel cell a risultare particolarmente interessanti, soprattutto se li si paragona a quelli dei veicoli elettrici: anche il più “rapido” impiega circa 20 minuti per portare a termine la ricarica della batteria. Il vero problema, però, allo stato attuale dei fatti è rappresentato dall’assenza di stazioni che permettono di farlo. Si tratta insomma dello stesso ostacolo che ancora oggi interessa le auto elettriche, nonostante la sempre più capillare diffusione delle colonnine nel territorio ne stia pian piano favorendo la distribuzione.

La h-tron quattro di Audi è un concept e come tale ha il compito di mostrare quali evoluzioni intraprenderà in futuro il settore automotive. Tenendolo in considerazione, l’obiettivo sembra essere raggiunto: un giorno si guideranno (o lo faranno da sé, grazie ai sistemi self-driving) vetture a zero emissioni e con un’autonomia elevata, poco importa se spinte da un motore elettrico, a idrogeno o altro.

Ti potrebbe interessare
Windows Phone 7, problemi con il WiFi per i primi smartphone
Google

Windows Phone 7, problemi con il WiFi per i primi smartphone

Windows Phone 7Primi problemi in arrivo per i cellulari basati su Windows Phone 7: la disponibilità sul mercato dei primi terminali ha permesso agli utenti di toccare subito con mano quanto fatto da Microsoft. Peccato, però, che un problema piuttosto grave accomuni buona parte dei cellulari.Molti utenti hanno infatti segnalato un bug nella gestione delle

La banda larga mobile ha fame di frequenze libere
Prezzi e tariffe

La banda larga mobile ha fame di frequenze libere

WiMax, UMTS, HSDPA e tutte le novità in campo wireless che arriveranno nei prossimi anni hanno bisogno di una cosa per funzionare bene: frequenze libere! Già perché l’etere non è infinito, non si può espandere o “potenziare” come si può fare invece per una dorsale in classica fibra ottica.Già ma se l’etere non è infinita,

Una mail (errata) di Microsoft annuncia Vista SP1
Microsoft

Una mail (errata) di Microsoft annuncia Vista SP1

Una mail per i beta tester, mal interpretata, ha riacceso l’interesse per il rilascio del Service Pack di Vista. La mail del Windows Driver Kit annunciava un rilascio del nuovo WDK ai beta tester in concomitanza “with the recent OS beta release for Vista SP1 Preview“, ovvero col rilascio di un’anteprima del Service Pack.A quanto