VideoLAN annuncia VLC per Apple TV

Disponibile sullo store Apple la prima versione di VLC compatibile con la quarta generazione del set-top box Apple TV, basato sul sistema operativo tvOS.

Parliamo di

Fedele al suo motto “VLC plays everything and runs everywhere”, VideoLAN ha annunciato la prima versione di VLC per Apple TV. Il popolare lettore multimediale, gratuito e open source, può essere scaricato direttamente dallo store Apple. Analogamente alle versioni per gli altri sistemi operativi, il software supporta tutti i formati audio e video (con qualche piccola eccezione), oltre alle specifiche funzionalità della piattaforma di Cupertino.

Lo sviluppo di VLC per Apple TV è stato avviato appena Apple ha annunciato “il futuro della televisione”. Il team francese ha quindi effettuato il porting della versione iOS, apportato alcune modifiche e avviato la fase di test, alla quale hanno partecipato 2.000 collaboratori a partire da metà novembre 2015. Dopo aver terminato l’installazione, VLC cerca tutti i contenuti multimediali memorizzati sul dispositivo e quelli condivisi tramite rete locale, sfruttando i protocolli SMB, DLNA/UPnP, FTP e PLEX. L’utente può quindi scegliere il file da eseguire ed eventualmente aggiungere i sottotitoli da OpenSubtitles.org.

Una delle funzionalità più interessanti è denominata Remote Playback, una modalità di casting che può essere usata quando i contenuti sono un altro computer. È sufficiente aprire il browser all’indirizzo mostrato da VLC e trascinare i file all’interno della pagina. Questi file rimarranno sulla Apple TV, ma potranno essere rimossi dal sistema operativo quando lo spazio di storage è troppo basso. Analogamente è possibile usare il copia&incolla per le URL dei flussi di rete.

La semplice interfaccia dell’applicazione permette di avviare/interrompere la riproduzione, scegliere capitoli e tracce audio, selezionare i sottotitoli e impostare la velocità di playback. VLC per Apple TV può gestire i formati video più popolari (AVI, M4V, MKV), ma non riproduce l’audio AC-3 nei file MKV. Il supporto per questo codec e per i servizi cloud (OneDrive, Dropbox e Box) verrà aggiunto in una futura versione.

Ti potrebbe interessare